Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Villorba, restano gravi le condizioni del 63enne ferito

IDENTIFICATO IL PIRATA DI CASTRETTE, ╚ UN INDIANO DI 30 ANNI

Aveva travolto un centauto con il furgone ed era fuggito


VILLORBA - E' stato identificato il pirata della strada che lo scorso 31 luglio, alla guida di un furgone, aveva provocato l'incidente stradale di Castrette di Villorba in cui era rimasto gravemente ferito un motociclista 63enne di Conegliano, attualmente ancora in prognosi riservata presso il Ca' Foncello di Treviso. Si tratta di un cittadino indiano di 30 anni, residente a Pordenone e senza precedenti alle spalle: ora dovrà rispondere di omissione di soccorso e lesioni. L'asiatico, dipendente di una ditta di volantinaggio con sede a Prata di Pordenone (la proprietaria è una connazionale), è stato incastrato dalle indagini svolte dalla polizia locale e coordinate dal comandante Riccardo Sutto. Le condizioni del 63enne, vittima del "pirata", restano intanto sempre critiche: i medici, a distanza di più di una settimana, non hanno ancora potuto sciogliere la prognosi che resta dunque riservata. Nei prossimi giorni l'uomo dovrà essere sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico.

Galleria fotograficaGalleria fotografica