Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castello di Godego, denunciato un connazionale 26enne

SFIDA AD ALTA VELOCITÀ, SCAPPA DOPO LO SCHIANTO

Lo schianto è costato la vita a Mircea Timis, 24enne romeno


CASTELLO DI GODEGO - Una folle gara di velocità tra due potenti Bmw 530, in pieno giorno e lungo la strada di un centro abitato, via Caprera a Castello di Godego. Questo alla base del tragico incidente stradale che domenica, poco dopo le 12, è costato la vita a Mircea Timis, 24enne di Ramon di Loria. La sua auto, lanciata a velocità folle, si è schiantata contro tre lampioni della luce ed un platano mentre tentava di superare il suo “avversario”, un 26enne di Fonte che dopo lo schianto di Mircea Timis ha tirato dritto, senza fermarsi a prestare soccorso. Daniel Mihali, questo il suo nome, si è dileguato prima dell'arrivo dei soccorritori ma è stato identificato dagli investigatori della polizia stradale di Treviso grazie ad alcuni testimoni. Ora rischia grosso: la polstrada ha denunciato alla Procura il 26enne per omissione di soccorso, danneggiamento e omicidio colposo. Saranno acquisiti nelle prossime ore i risultati dei test tossicologici. Agli agenti lo straniero ha riferito di essere stato superato dalla Bmw della vittima mentre lui viaggiava a 50 km/h circa: una versione che però non convince per nulla la polstrada che svolgerà nelle prossime ore ulteriori accertamenti. L'auto guidata dalla vittima, nella carambola mortale, è stata letteralmente disintegrata con detriti sparsi nell'arco di decine di metri. L'impatto tremendo ha catapultato all'esterno dell'abitacolo il corpo del 24enne che non indossava le cinture di sicurezza.
La giovane vittima, Mircea Timis, con la sua auto