Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Farra di Soligo, l'episodio poco dopo le 19.30 in zona Collag¨

AUTO CON DUE GIOVANI A BORDO FINISCE IN UN DIRUPO

Volo di 60 metri: feriti ma non in pericolo di vita


FARRA DI SOLIGO - Un fuoristrada Range Rover con a bordo due trentenni del luogo, è finito, per cause ancora in corso di accertamento, in un burrone nella zona di Collagù, a Farra di Soligo. L'incidente è avvenuto poco dopo le 19.30: secondo la prima ricostruzione dell'accaduto, l'auto, mentre percorreva via Carniele, avrebbe perso il controllo, sarebbe prima finita contro una roccia a bordo strada, per poi carambolare nel dirupo per una sessantina di metri. Uno dei due occupanti, Luca Moro, 32 anni, pur sanguinante, ma senza ferite gravi, è riuscito a risalire da solo lungo la scarpata, fino alla carreggiata, ed ha chiesto aiuto a due persone che in quel momento transitavano in mountain bike: i due ciclisti si sono spostati di alcune centinaia di metri per trovare copertura telefonica ed hanno lanciato l'allarme al Suem 118. Nel frattempo anche l'altro infortunato, Luca Scattolin, 37 anni, era risalito per una ventina di metri tra la vegetazione e si era disteso a terra. Qui è stato raggiunto dal medico e dal tecnico del soccorso alpino, calatisi dall'elicottero di Treviso Emergenza. Ricevute le prime cure, il giovane è stato caricato sulla barella e issato con il verricello sul velivolo, per essere trasportato al pronto soccorso di Treviso. L'amico, che lamentava dolori alla schiena, invece, è stato accompagnato in ambulanza all'ospedale di Conegliano: le condizioni di entrambi non sarebbero preoccupanti. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, i carabinieri della stazione di Col San Martino, le squadre del Soccorso alpino delle Prealpi trevigiane, oltre ai rappresentanti dell'amministrazione comunale di Farra di Soligo. Particolarmente difficili le operazioni di soccorso. A provocare il volo nel vuoto della vettura sarebbe stata una manovra azzardata dell'automobilista. Il mezzo, rotolato numerose volte, è andato semidistrutto ed è stato fermato da alcuni alberi.