Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Farra di Soligo, l'episodio poco dopo le 19.30 in zona Collag¨

AUTO CON DUE GIOVANI A BORDO FINISCE IN UN DIRUPO

Volo di 60 metri: feriti ma non in pericolo di vita


FARRA DI SOLIGO - Un fuoristrada Range Rover con a bordo due trentenni del luogo, è finito, per cause ancora in corso di accertamento, in un burrone nella zona di Collagù, a Farra di Soligo. L'incidente è avvenuto poco dopo le 19.30: secondo la prima ricostruzione dell'accaduto, l'auto, mentre percorreva via Carniele, avrebbe perso il controllo, sarebbe prima finita contro una roccia a bordo strada, per poi carambolare nel dirupo per una sessantina di metri. Uno dei due occupanti, Luca Moro, 32 anni, pur sanguinante, ma senza ferite gravi, è riuscito a risalire da solo lungo la scarpata, fino alla carreggiata, ed ha chiesto aiuto a due persone che in quel momento transitavano in mountain bike: i due ciclisti si sono spostati di alcune centinaia di metri per trovare copertura telefonica ed hanno lanciato l'allarme al Suem 118. Nel frattempo anche l'altro infortunato, Luca Scattolin, 37 anni, era risalito per una ventina di metri tra la vegetazione e si era disteso a terra. Qui è stato raggiunto dal medico e dal tecnico del soccorso alpino, calatisi dall'elicottero di Treviso Emergenza. Ricevute le prime cure, il giovane è stato caricato sulla barella e issato con il verricello sul velivolo, per essere trasportato al pronto soccorso di Treviso. L'amico, che lamentava dolori alla schiena, invece, è stato accompagnato in ambulanza all'ospedale di Conegliano: le condizioni di entrambi non sarebbero preoccupanti. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, i carabinieri della stazione di Col San Martino, le squadre del Soccorso alpino delle Prealpi trevigiane, oltre ai rappresentanti dell'amministrazione comunale di Farra di Soligo. Particolarmente difficili le operazioni di soccorso. A provocare il volo nel vuoto della vettura sarebbe stata una manovra azzardata dell'automobilista. Il mezzo, rotolato numerose volte, è andato semidistrutto ed è stato fermato da alcuni alberi.