Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, tre giovani tenori canteranno le pił celebri arie d'opera

CONCERTO DELL'ASSUNTA NEL SEGNO DI MARIO DEL MONACO

Sabato sera il popolare galą lirico in piazza Madona Granda


TREVISO - Una duplice ricorrenza, che ha quasi il sapore di un ritorno all'antico. Il Concerto lirico dell'Assunta, la sera di Ferragosto in piazza Santa Maria Maggiore, festeggia i suoi trent'anni: quello che è diventato uno dei più apprezzati appuntamenti dell'estate trevigiana, infatti, è stato organizzato per la prima volta il 15 agosto del 1985, per commemorare Mario Del Monaco, scomparso tre anni prima. E proprio al sommo tenore sarà dedicata l'attuale edizione, nel centenario – ecco il secondo anniversario – della sua nascita.
Sabato prossimo, alle 21, sul palco allestito di fronte alla suggestiva quinta di Madona Granda, tanto cara ai trevigiani, l'Orchestra regionale Filarmonia Veneta, diretta dal maestro Stefano Romani, accompagnerà tre giovani tenori: Michele Cerullo, Roberto Iuliano e Max Jota. In programma alcune delle più celebri arie d'opera, dal Nessun dorma della Turandot di Puccini a “La donna è mobile” del Rigoletto di Verdi o a “Celeste Aida” sempre del compositore di Busseto, all'intermezzo dei Pagliacci di Leoncavallo. E ancora brani di Bizet, Donizzetti, Gounot, Massenet, della Traviata, della Tosca, della Boheme, in una vera e propria antologia della lirica.
Come sempre, si attende il tutto esaurito con almeno 1.500 spettatori (l'ingresso è gratuito). A promuovere il galà, curato e presentato da Elena Filini, è il Comune di Treviso. L'assessore alla Cultura, Luciano Franchin, sottolinea come il concerto dell'Assunta si inserisce nelle celebrazioni per i cento anni dalla nascita di Del Monaco. Ancora l'assessore Franchin. Un cartellone, quello allestito in onore di uno dei più grandi Otello della storia musicale, che ha visto anche la collaborazione delle altre città di Del Monaco, a partire dal vicino comune di Villorba, dove, nella villa di Lancenigo, il tenore visse per molti decenni con la famiglia, come ricorda l'assessore alla Cultura, Eleonora Rosso.