Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'allarme scatta alle 5.30, interviene la polizia

ASSALTANO VILLA A PONTE OTTAVI, DUE ARRESTATI

Entrambi dominicani di 23 anni, recuperato bottino di 5mila€


TREVISO - Due dominicani residenti a Treviso, entrambi di 23 anni, B.S.R. e R.M.E., sono stati arrestati all'alba di oggi dopo un furto messo a segno all'interno di una villetta disabitata che si trova nella zona di ponte Ottavi. Gli stranieri, penetrati all'interno dell'abitazione dopo aver aperto una porta-finestra ed aver manomesso le telecamere di videosorveglianza, erano riusciti a mettere le mani su un bottino di oltre 5mila euro in gioielli e altri preziosi che si trovavano nei cassetti di alcuni mobili. Oltre ai due arrestati erano presenti probabilmente altri complici che sono riusciti a dileguarsi prima dell'arrivo della polizia. Ad essere fatale alla banda è stato lo scattare del sistema d'allarme, verso le 5.30: sul posto è subito giunto l'equipaggio di un istituto di vigilanza e quindi le volanti. Un giovane è stato fermato mentre cercava di allontanarsi a piedi, l'altro è stato pizzicato dagli agenti mentre stava tentando di riprendere la sua bicicletta, il mezzo con cui lui e i suoi complici avevano messo a segno il raid. In tutto i cicli abbandonati sul posto erano quattro. Nelle tasche dei due stranieri, sotto la maglietta e perfino tra le pieghe della pancia di uno degli arrestati, gli agenti hanno recuperato quasi tutta la refurtiva.