Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, raggirano un 15enne disabile, interviene la polizia

OFFERTE PER MALATI DI AIDS: È UNA TRUFFA

Arrestati due volontari di una onlus toscana, di 33 e 21 anni


TREVISO - Un 33enne originario della Sicilia ed un friulano di 31 anni, entrambi legati ad una onlus toscana che si occupa di raccogliere fondi per i malati di Aids, sono stati arrestati giovedì sera dalla polizia per truffa in concorso. I due, entrambi con precedenti specifici, hanno raggirato un ragazzo disabile di 15 anni da cui sono riusciti ad ottenere circa 50 euro, tutto il denaro che aveva in tasca. L'episodio è avvenuto nei pressi della stazione delle corriere di Treviso. Il primo dei due truffatori ad entrare in azione è stato il 31enne, peraltro già allontanato già quattro mesi fa dalla onlus per cui collaborava. Il siciliano ha chiesto un'offerta al 15enne che seppur titubante ha acconsentito di dare 5 euro: il giovane ha allungato al 33enne una banconota da 50 euro e questi, come resto, ha reso solo 20 euro, per poi dileguarsi. Pochi istanti dopo è entrato in scena il complice, ancora ufficialmente affiliato alla onlus: l'uomo è riuscito, millantando di essere il “vero volontario” e accusando chi lo aveva preceduto di essere un truffatore, a farsi consegnare il resto dei soldi che ancora restavano al giovane. In cambio il 31enne ha consegnato una finta ricevuta per certificare la donazione. Il 15enne, quando ha visto i due allontanarsi insieme a bordo di una corriera della Mom, ha capito di essere caduto in trappola ed ha chiesto aiuto al 113 e alla madre. Gli agenti hanno rintracciato i due malviventi a Quarto D'Altino: erano soli a bordo della corriera. Entrambi erano stati già identificati dalla polizia nei giorni scorsi e invitati ad andarsene dal centro storico: la raccolta di offerte in denaro contante in queste modalità, ricordano dalla Questura, è infatti una pratica vietata. Ai due sono stati sequestrati rispettivamente 170 e 110 euro che avevano ottenuto con questa tecnica ed un blocchetto di finte ricevute, create ad arte per raggirare i donatori.