Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, raggirano un 15enne disabile, interviene la polizia

OFFERTE PER MALATI DI AIDS: ╚ UNA TRUFFA

Arrestati due volontari di una onlus toscana, di 33 e 21 anni


TREVISO - Un 33enne originario della Sicilia ed un friulano di 31 anni, entrambi legati ad una onlus toscana che si occupa di raccogliere fondi per i malati di Aids, sono stati arrestati giovedì sera dalla polizia per truffa in concorso. I due, entrambi con precedenti specifici, hanno raggirato un ragazzo disabile di 15 anni da cui sono riusciti ad ottenere circa 50 euro, tutto il denaro che aveva in tasca. L'episodio è avvenuto nei pressi della stazione delle corriere di Treviso. Il primo dei due truffatori ad entrare in azione è stato il 31enne, peraltro già allontanato già quattro mesi fa dalla onlus per cui collaborava. Il siciliano ha chiesto un'offerta al 15enne che seppur titubante ha acconsentito di dare 5 euro: il giovane ha allungato al 33enne una banconota da 50 euro e questi, come resto, ha reso solo 20 euro, per poi dileguarsi. Pochi istanti dopo è entrato in scena il complice, ancora ufficialmente affiliato alla onlus: l'uomo è riuscito, millantando di essere il “vero volontario” e accusando chi lo aveva preceduto di essere un truffatore, a farsi consegnare il resto dei soldi che ancora restavano al giovane. In cambio il 31enne ha consegnato una finta ricevuta per certificare la donazione. Il 15enne, quando ha visto i due allontanarsi insieme a bordo di una corriera della Mom, ha capito di essere caduto in trappola ed ha chiesto aiuto al 113 e alla madre. Gli agenti hanno rintracciato i due malviventi a Quarto D'Altino: erano soli a bordo della corriera. Entrambi erano stati già identificati dalla polizia nei giorni scorsi e invitati ad andarsene dal centro storico: la raccolta di offerte in denaro contante in queste modalità, ricordano dalla Questura, è infatti una pratica vietata. Ai due sono stati sequestrati rispettivamente 170 e 110 euro che avevano ottenuto con questa tecnica ed un blocchetto di finte ricevute, create ad arte per raggirare i donatori.