Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Muraro: "Con i tagli, impossibile fare prevenzione"

NEL 2014 AUMENTANO LE VITTIME DELLA STRADA NELLA MARCA

In un anno 56 morti: è il primo incremento dal 2000


TREVISO -  La morte di un motociclista a Breda di Piave non fa che confermare un trend preoccupante: i decessi stradali nel Trevigiano tornano a salire. Il report redatto dal Centro di Monitoraggio Provinciale, che raggruppa le segnalazioni della Polizia Stradale, dei Carabinieri e delle Polizie Locali, infatti, ha registrato un incremento del 7.6% dei morti sulle strade della Marca, passati, l'anno scorso, dai 52 del 2013 (dato più basso dell'ultimo ventennio) ai 56 del 2014. Il confronto dal 2000 in poi rimane altamente positivo, con una riduzione del 62,91%: 15 anni fa gli incidenti letali erano stati 15.
“Per la prima volta dal 2000 in poi, a fine 2014 abbiamo registrato un lieve aumento dei decessi stradali – spiega il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro – non si tratta di un dato allarmante, ma questo deve farci riflettere”. Muraro ricorda come la flessione ottenuta negli ultimi anni sia frutto anche dell'azione dell'amministrazione provinciale, con oltre 500 milioni di euro investiti per migliorare la rete viaria, ma anche con un'ampia opera in tema di prevenzione, educazione stradale per bambini, ragazzi e neopatentati, campagne di sensibilizzazione, compresi una serie di spot pubblicitari shock. Iniziative che ora, a causa dei tagli al bilancio, l'ente del Sant'Artemio ha dovuto ridurre ai minimi termini o abolire del tutto. “Legare i recenti dati sull'aumento degli incidenti stradali più gravi al fatto che la Provincia non svolge più le proprie iniziative è forse eccessivo – riconosce il presidente -, ma resta il fatto che dimostrano la necessità di continuare nell'opera di prevenzione”.