Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nella notte scontro con un giovane del collettivo Ztl

RISSA IN PIAZZETTA MONTE DI PIETÀ: PESTATO UN RAGAZZO

La denuncia: "Gli aggressori sono di estrema destra"


TREVISO - Ancora un episodio di violenza in pieno centro a Treviso. E, ancora una volta, la causa sarebbe la contrapposizione estrema tra gruppi di giovani. Una rissa è scoppiata nella notte tra venerdì e sabato nei pressi di piazzetta Monte di Pietà, subito dietro piazza dei Signori. Intorno all'una un ragazzo vicino al collettivo Ztl Wake Upsi trova nel bar Cloakroom, quando viene scorto da un gruppo di una decina di coetanei, secondo alcune testimonianze militanti di estrema destra. Tra il giovane all'interno e quelli all'esterno iniziano a volare insulti e minacce. Tanto che il titolare del pubblico esercizio invita l'avventore ad andarsene da un'uscita secondaria, per evitare che la situazione degeneri. Il ragazzo, invece, decide comunque di imboccare la porta principale: volano calci e pugni, a cui altri clienti assistono impietriti. Ad avere la peggio, per ovvie ragioni numeriche, il giovane attivista di sinistra, finchè il barista, dopo aver chiamato la Polizia, riesce a trascinarlo dentro il locale. A questo punto, gli altri contendenti si dileguano. Sul posto, insieme alle Volanti, arriva anche la madre del ragazzo pestato, sembra allertata da una telefonata fatta dal figlio prima di uscire dal bar.