Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Solisti di Radio Veneto Uno al Tempio del Donatore

A PIANEZZE L'EMOZIONE DELLA MUSICA SPOSA LA NATURA

Successo per il concerto di Ferragosto del Prosecco Festival


VALDOBBIADENE - Le emozioni che solo la grande musica classica, eseguita ad arte, sa suscitare. Unite alla suggestione di una balconata naturale a 1.050 metri di quota, aperta sulla pianura veneta. L'ormai tradizionale concerto di Ferragosto a Pianezze del Prosecco Festival – Prosecco Classic Festival, ancora una volta non ha tradito le attese, catturando il numeroso pubblico presente nella sala attigua al Tempio internazionale del Donatore.
I Solisti di Radio Veneto Uno si sono confrontati con alcuni dei massimi compositori della storia della musica: il Concerto per due violini in La magg. RV 519 di Antonio Vivaldi, in particolare, è stata l'occasione per apprezzare il giovanissimo, ma già solido talento dei solisti Paolo Tagliamento e Nicola Fregonese. Mentre il Concerto per violoncello e archi in La min. RV 419, sempre del notissimo maestro veneziano, ha esaltato la tecnica interpretativa di Giuseppe Barutti, uno dei massimi violoncellisti italiani. Il programma è proseguito con un altro grande nome del Settecento veneziano, come Tomaso Albinoni: nel suo Concerto per oboe e archi n° 2 opera 9 in Re min., oltre agli archi, è stato protagonista, con lo strumento a fiato, Stefano Marangoni. Non poteva poi mancare un excursus nel repertorio musicale europeo, dal sublime Johan Sebastian Bach, con la Sonata n° 2 in La min. BWV 1003 e con la celeberrima Aria sulla Quarta corda - Suite n°3 in Re magg. BWV 1068, all'esuberante Wolfgang Amadeus Mozart, con l'Allegro dall'Eine Kleine Nachtmusik – KW 525, degna conclusione con un tocco di gioia di vivere. Al di là dei virtuosismi dei solisti, molto applaudita è stata l'esecuzione di tutta la formazione orchestrale, come sempre diretta dal maestro Giorgio Sini.
Il concerto di Ferragosto del Prosecco Festival - Prosecco Classic Festival ha rappresentato l'undicesimo appuntamento del cartellone 2015 della rassegna promossa dall'Associazione Culturale Veneto Uno per portare la grande musica nel territorio, e, in particolare, il quinto con l'orchestra da camera. L'edizione di quest'anno, nel centenario della Grande Guerra, vuole anche commemorare tutte le vittime, civili e militari e senza distinzione di nazionalità del conflitto. L'evento godeva del patrocinio dell'amministrazione comunale di Valdobbiadene ed è stato reso possibile grazie alla fattiva collaborazione del Comitato Tempio.