Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Le vittime, vicine al collettivo Ztl, hanno riconosciuto esponenti di Forza Nuova

DENUNCIATI GLI AGGRESSORI DI ALESSANDRO E GIULIA

30 giorni di prognosi lui, costola fratturata per lei che voleva difenderlo


TREVISO - (ag) Sono stati denunciati gli aggressori di Alessandro e Giulia, i due giovani malmenati in centro a Treviso tra la notte di venerdì e sabato da un gruppo, pare di militanti dell'estrema destra.
Una mattinata passata in questura ad identificare i colpevoli, “Volti noti di Forza Nuova che abbiamo provveduto a denunciare” spiegano i due ragazzi.
I fatti risalgono a venerdì notte. Alessandro Greguoldo, 26enne trevigiano vicino al collettivo Ztl, è rientrato per il weekend da Milano, dove studia e lavora, e passa la serata in alcuni locali del centro. Sono quasi le due quando, al Cloakbar in piazzetta Monte di Pietà, viene raggiunto da due individui coi quali non scorre certamente buon sangue. La situazione precipita. Alessandro spiega di essere stato minacciato e poi subito trascinato fuori dal locale, dove viene accerchiato da una decina di ragazzi. Volano calci e pugni che gli varranno 30 giorni di prognosi. La prima ad intervenire è una sua amica che si trova in un locale vicino: Giulia, studentessa di 20 anni, cerca di frapporsi per placare gli animi ma non viene risparmiata: oltre vari ematomi, riporterà una microfrattura alla scapola e un lieve trauma cranico.
“Abbiamo collaborato perché ci siamo stancati di continuare con queste aggressioni gratuite e senza senso. Nessuno può pensare di poter girare per la città con questa paura.” Un problema di sicurezza pubblica, per i ragazzi del collettivo Ztl e del Coordinamento degli Studenti Medi che rifiutano il concetto di “scontro tra fazioni”: “Non è un problema legato a fantomatiche bande di fazioni politiche antagoniste - commenta Ji He, del coordinamento - ma c'è un'unica fazione che sta aggredendo anche normali cittadini.”


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
15/08/2015 - Rissa in piazzetta Monte di Pietą: pestato un ragazzo