Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alice Rusconi Bodin č referente veneta per la Sea Shepard

BLOCCA LA "GRINDADRĄP": ARRESTATA ALLE FĘR ŲER

Avrebbe ostacolato la tradizionale caccia ai delfini



TREVISO
– (gp) Arrestata ale Isole Fær Øer per aver interferito con la tradizionale “Grindadràp”, la locale caccia ai delfini. E' la sorte toccata alla trevigiana Alice Rusconi Bodin, referente veneta di Sea Shepherd Italia, l’organizzazione animalista mondiale che si batte per la difesa del mare e dei suoi abitanti. Assieme alla trevigiana di Crespano del Grappa, sono finiti in manette altri quattro attivisti dell'associazione animalista: si tratta dell’olandese Rudy de Kieviet, dell’inglese Lawrie Thomson, dell tedesco Tobias Boehm e dello statunitense Frances Holtman.

A tutti e cinque gli esponenti di Sea Sheperd sono stati confiscati i passaporti e sono stati liberati in attesa di giudizio, che deciderà sulle sanzioni, amministrative o restrittive della libertà personale, da applicare a ciascun caso. Secondo l'accusa i cinque animalisti difeso un branco di globicefali che erano stati presi di mira per essere massacrati nel corso della “Grindadráp”. Circa una sessantina di esemplari, nonostante la protesta, sono stati uccisi.