Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Gli sforzi per creare una rosa competitiva ci fanno ben sperare"

DE MARCHI E GOOSEN ALLA VERNICE DEL GUINNESS PRO12

Presentato il campionato celtico al via il 4 settembre


I capitani del Guinness Pro12 2015-2016
TREVISO
- Nella giornata di lunedì 24 agosto, nella sede londinese Diageo si è tenuto il lancio del Guinness Pro12, il torneo celtico di rugby. A rappresentare i club facenti parte del torneo c’erano i capitani e i coach di ciascuna squadra, con il capitano trevigiano di giornata, Andrea De Marchi e il Director of Rugby Marius Goosen per il Benetton.
A fare gli onori di casa del torneo che partirà nel primo week end di settembre, Gerald Davies, Presidente del PRO12 Rugby, ha dichiarato: "ogni partita del Guinness PRO12 conta! Con l'introduzione della meritocrazia per nazioni per la qualificazione all’European Champions Cup, lo scorso anno ci ha permesso di avere match più competitivi in tutte le fasi del torneo. Anche durante questo sesto anno abbiamo registrato la crescita della partecipazione alla competizione stabilendo diversi record, due esempi su tutti: il numero di spettatori alla stadio, sono stati quasi 1,2 milioni ed i punti segnati, ovvero 5.480 - tra cui 587 mete (4.35 media partita), questi dati ci consentono di sperare in una stagione ricca di divertimento!" La giornata ha visto i due rappresentanti del Benetton Rugby impegnati in numerose interviste e scatti fotografici. “Quest’anno sarà l’inizio di un nuovo corso, l’impostazione societaria ben definita e gli sforzi sostenuti per creare una rosa competitiva ci fanno ben sperare - le affermazioni del Director of Rugby Marius Goosen - L'assenza dei giocatori impegnati con le nazionali sarà per molti un’occasione per mettersi in mostra; abbiamo parecchi giovani di prospettiva che hanno dimostrato di avere il carattere e le qualità per affrontare squadre di alto livello. Inoltre figure dal valore internazionale come Palmer, Smylie e Paulo ci daranno una grande mano in termini di esperienza sia in Guinness Pro12 ma soprattutto in una competizione dura come la Champions Cup.” A portare i galloni nella giornata il capitano Alberto De Marchi: “abbiamo lasciato alle spalle quanto accaduto nelle ultime stagioni, ma che senz’altro ci servirà d’insegnamento. Le due vittorie nel precampionato confermano che stiamo facendo un buon lavoro durante la preparazione e saranno utili mentalmente per la prima sfida col Munster. Su un possibile posizionamento in classifica preferisco non sbilanciarmi, l’obiettivo è quello di far bene, vincendo le partite in casa e cercando di far più punti possibili all’estero; per quanto riguarda la Champions Cup, prendervi parte è sempre importante poiché ci permette di confrontarci con le migliori squadre d’Europa.”