Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Distrutte le mattonelle con i nomi di 4 campi di concentramento

VANDALI A ZERO BRANCO: DANNI AL MONUMENTO AGLI INTERNATI

Indagano i carabinieri: gią visionate le telecamere di sorveglianza



ZERO BRANCO
– (gp) Ignoti nella notte hanno infranto le mattonelle che riportano i nomi di quattro campi di concentramento prima di darsi alla fuga e far perdere le proprie tracce. Il raid vandalico ha avuto come obiettivo il monumento agli Internati del 1943-1945 di Zero Branco. Un insulto alla memoria che però non è stato accompagnato da nessuna scritta né tanto meno da una rivendicazione precisa. Segno che probabilmente, secondo i carabinieri, potrebbe essersi trattato di una ragazzata. Ma i militari stanno comunque indagando per riuscire a dare un nome e un volto agli autori del gesto: in questo senso stanno passando al setaccio le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate in zona.