Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'avventura di quattro ragazzi veneti all'Università di Santa Barbara

DIECI GIORNI DA SOGNO AL CAMP DI MICHAEL JORDAN

Antonio Mormile: "MJ è stato simpatico e disponibile"


TREVISO - Ed Sport e AMC Eventi e Comunicazione Srl hanno sottoscritto un accordo con l'Edisa di Rodolfo Fonseca, la corrispondente mondiale del prestigioso Michael Jordan Flight School Camp. Il 1 agosto sono partiti per Los Angeles quattro ragazzi Veneti, Simone Bacchin di Mogliano, Rocco Matteotti di Mogliano, Simone Cremonese di Bassano del grappa e Francesco Bortoluzzi di Mestre. Un'altro aereo è partito da Firenze con altri ragazzi, alcuni genitori e accompagnatori. Un'avventura durata una decina di giorni in california, a fianco di Michael Jordan: la racconta Antonio Mormile, presidente di Ed e amministratore unico di AMC: "A Los Angeles tre giorni di pura vacanza: lo Staples Center, Hollywood, una giornata allo Universal Studio, alle Six Flag (un enorme parco divertimenti ndr) e Nike Town. Poi trasferimento di 250 km. all’Università di Santa Barbara per il camp. Il primo giorno abbiamo potuto vivere tutta la carriera dì Michael Jordan, uno capace di spostare la borsa di Wall Street quando annunciò il suo rientro con le azioni di Nike sospese per eccesso di rialzo. Quando è entrato nel campo principale con il suo sorriso inconfondibile l'emozione mi ha paralizzato: mi chiedevo se ciò che stavo vivendo era vero o un sogno. Ed ho visto la felicità anche dei campers arrivati da tutto il mondo: erano 700 quella settimana, e altrettanti quella prima."
Che tipo è MJ? "Semplice ed alla mano, tutt’altro che un divo: stava sempre vicino ai ragazzi, voleva sapere come stavano, addirittura un giorno s’è messo a raccogliere da solo le cartacce dal campo. Man mano era diventato normale vederlo all'opera, anche se potevano avvicinarlo solo i ragazzi. Il camp è proseguito con tre allenamenti al giorno. Il compito mio e di Cristian Braidotti, collega di Ed Sport, era visionare e seguire i partecipanti. All'ultimo giorno per loro erano previsti foto ed autografo con tanto di bollino di autentica, per noi adulti invece la foto di gruppo. Io e Cristian siamo riusciti a staccarci dai nostri colleghi sudamericani ed a fare la foto individuale, essendo gli unici due corrispondenti dall'Italia e dall'Europa. In conclusione abbiamo potuto vivere un’esperienza che definirei assolutamente unica e meravigliosa. Ed abbiamo già iscritti per il 2016..."