Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, merce sequestrata e multa di 5mila euro

VENDEVA BRACCIALETTI IN PIAZZA, BLOCCATA DALLA POLIZIA LOCALE

Donna senegalese abusiva si aggirava tra i tavolini dei bar


TREVISO - Girava tra i tavoli dei bar in piazza dei Signori, tentando di vendere braccialettini ed articoli di bigiotteria agli avventori. Ieri pomeriggio, la venditrice di origini africane non è passata inosservata ad una pattuglia della Polizia locale: la donna, A. C. D., 42 anni, nata in Senegal, ha tentato di fuggire, ma è stata bloccata dagli agenti. Ha esibito una carta di identità senegalese ma, dopo le verifiche al terminale della Questura, è risultata priva di permesso di soggiorno e mai identificata dalle forze di polizia.
Accompagnata al Comando di via Castello D'amore e sottoposta all'identificazione, le è stata comminata una sanzione di 5.164 euro per la mancanza di autorizzazioni per la vendita in aree pubbliche e le è stata sequestrata la merce. Questa mattina le è stato notificato dalla Questura un decreto di trattenimento in un centro di identificazione ed espulsione ed è stata imbarcata all'aeroporto di Venezia su un aereo diretto a Roma. Agli agenti operanti ha riferito che la settimana scorsa si trovava sulle spiagge di Jesolo dove svolgeva l'attività di "ambulante abusivo". "Il monitoraggio del territorio, sia a mezzo sistema videosorveglianza , sia con controlli assidui della pattuglie - spiegano i vertici della Polizia locale di Treviso - hanno permesso di contrastare e contenere efficacemente, sino a ora , il fenomeno dell'accattonaggio molesto in città". Per quanto riguarda invece il fenomeno della vendita abusiva di beni, a differenza di quanto avviene nelle località turistiche,  rarissimi sono stati i casi sinora accertati a Treviso. L'attenzione della Polizia Locale resta comunque alta.