Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Popolare di Vicenza in negativo per un miliardo, ricapitalizza per 1,5

VENETO BANCA, SEMESTRE IN PERDITA PER 213 MILIONI

Primi 6 mesi in rosso dopo i 968 milioni di fine 2014


MONTEBELLUNA - Veneto Banca chiude il primo semestre in rosso. Il cda dell'istituto, riunitosi ieri pomeriggio ha approvato, per i primi sei mesi dell'anno, un risultato negativo per 213,6 milioni di euro. Una perdita che si aggiunge a quella vicina al miliardo registrata a fine 2014.
Il risultato, secondo il cda, è dovuto soprattutto alla decisione di proseguire in una politica prudenziale di accantonamenti e rettifiche sui crediti, a fronte di soffferenze per 1,66 miliardi, pari al 6,5% dei crediti netti, oltre alla svalutazione degli avviamenti, ridotti di ulteriori 49 milioni di euro.
Il 2015 rappresenta il primo anno del Piano Industriale 2015-2017, durante il quale sono in corso di attivazione gli interventi programmati, compresa una razionalizzazione della struttura: in particolare, entro l'anno è stata annunciata la chiusura di 30 filiali (11 in Veneto), con i 110 esuberi previsti gestiti grazie all'accompagnamento alla pensione. L'istituto montebellunese è atteso dalla trasformazione in spa, prevista con ogni probabilità in ottobre, a cui farà seguito la quotazione in Borsa o l'aggregazione con un'altra banca. In quel momento potrebbe essere deciso anche un aumento di capitale. Ricapitalizzazione, invece, già annunciata da Popolare di Vicenza, per un miliardo e mezzo di euro: il gruppo berico ha archiviato la prima metà dell'esercizio con una perdita di un miliardo di euro.