Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO I sindacati della Questura: "Rischio paralisi"

CASERMA SERENA, PARTE LA SORVEGLIANZA 24 ORE SU 24

Da domani compito affidato a carabinieri e polizia


CASIER - Da domani la vigilanza presso la caserma “Serena” di Dosson che attualmente ospita circa 400 profughi sarà affidata esclusivamente a carabinieri e polizia: dieci militari del battaglione di Mestre sorveglieranno l'area, suddivisi in due squadre composte da cinque persone, tra le 13 e l'una di notte. Tra l'una e le 13 tale ruolo sarà affidato alla polizia che presidierà la caserma con due agenti. Se l'Arma ha potuto avvalersi di risorse esterne all'organico della provincia la Questura invece impiegherà agenti che dovranno essere distolti dal lavoro in altri uffici. Il dispositivo di controllo, ratificato oggi dalla Questura con una apposita ordinanza, non va giù ai sindacati di polizia che protestano contro questa decisione che va ulteriormente ad inpoverire un organico già carente e che conta circa 200 effettivi. Il rischio è quello di un rallentamento del lavoro di alcuni uffici fondamentali. Curiosamente i più penalizzati sono gli stranieri che già risiedono in provincia o che sono giunti non come richiedenti asilo nella nostra provincia: in molti già lamenterebbero pesanti ritardi nelle pratiche di regolarizzazione e di concessione del permesso di soggiorno. Quali sono i motivi di questa protesta nei confronti del Questore di Treviso. Ai nostri microfoni Mara Maggiolo, segretario provinciale del sindacato di polizia Siulp, Nicola Mancini, segretario aggiunto della sigla sindacale Sap e Berardino Cordone, segretario provinciale del sindacato Coisp.