Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In manette il 38enne di Vittorio Veneto Emanuel Botteon

PRETE SCOPRE IL LADRO DI ELEMOSINE E LO FA ARRESTARE

Si è intascato 48 euro delle offerte, la scorsa settimana 2 mila



VITTORIO VENETO
– (gp) Ruba le offerte in chiesa e tenta di svuotare la cassaforte della sacrestia. Il parroco però, che aveva già subito dei furti nei giorni scorsi, lo vede e lo fa arrestare. In manette è finita una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, il 38enne vittoriese Emanuel Botteon, già resosi protagonista in passato di colpi del genere.

L'episodio incriminato si è verificato poco prima delle 13 di lunedì 31 agosto nella cattedrale di Vittorio Veneto in piazza Giovanni Paolo I. L'uomo, approfittando del fatto che non c'era nessuno all'interno del Duomo, ha svuotato la cassetta delle offerte per le candeline votive riuscendo a intascarsi 48 euro. Non contento, si è diretto verso la sacrestia per aprire la cassaforte dove il parroco, monsignor Silvano De Cal, solitamente tiene il denaro raccolto durante le funzioni. Dopo aver subìto la settimana scorsa un furto di 2 mila euro, il parroco aveva deciso di portare in canonica i soldi e non lasciarli più in sacrestia. Botteon, aperta la cassaforte, non ha trovato infatti nulla stava uscendo dal Duomo con i 48 euro della cassetta delle offerte.

I suoi movimenti sono stati però notati dal parroco che lo ha fermato. Botteon ha cercato di divincolarsi ma poi ha desistito quando in chiesa sono arrivati anche i due collaboratori del prete e, successivamente i carabinieri. Messo alle strette, Botteon ha confessato di essere stato lui, la scorsa settimana, a rubare i 2 mila euro dalla cassaforte. Processato per direttissima, il 38enne, difeso dall'avvocato Andrea Zambon, è stato rimesso in libertà con l'obbligo di firma giornaliero alla caserma dei carabinieri di Vittorio Veneto. Ottenuto un termine a difesa, tornerà di fronte al giudice a metà ottobre.