Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le prime immagini a meno di due mesi dall'inaugurazione

NUOVO MUSEO A TREVISO: IL BAILO TORNA A SPLENDERE

Il 29 ottobre l'apertura, Manildo: "Patrimonio dei trevigiani"


TREVISO – A meno di due mesi dall'inaugurazione ufficiale, fissata il 29 ottobre prossimo, il Museo Bailo è quasi pronto per tornare a risplendere dopo i lavori di ristrutturazione che lo proietteranno a diventare punto di riferimento non solo di Treviso ma di tutta Italia. Una struttura rivista e rivisitata, dopo 10 anni di chiusura al pubblico, che potrà ospitare, a differenza del passato, mostre internazionali con opere d'arte di alto profilo e prestigio. “La riapertura del museo Bailo è un motivo d'orgoglio per città – ha dichiarato il sindaco Giovanni Manildo – e ha un significato duplice: da una parte guarda in maniera forte alla nostra identità in quanto è un luogo custode della storia trevigiana, dall'altra è anche una struttura che apre al futuro anche dal punto di vista architettonico e dello sviluppo. Il Bailo è tornato a essere luminoso e versatile – chiude il primo cittadino – e un patrimonio della nostra comunità”. Il Museo Bailo sarà di fatto la star dell'autunno culturale trevigiano, anche se ci sarà anche la mostra di escher al Museo di Santa Caterina. Il restauro del Bailo è stato promosso nel 2010 dall'allora assessore alla cultura Vittorio Zanini (che il sindaco Manildo ha ringraziato pubblicamente), è costato circa 5 milioni di euro finanziati dalla Comunità Europea. Le esposizioni permanenti saranno incentrate su arturo Martini e sul '900. Tra i capolavori che verranno ospitati nel museo Bailo c'è la statua di "Adamo ed Eva", proprio di Martini, che è già stata posizionata al centro del primo chiostro visibile anche da Borgo Cavour.