Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il "re delle truffe" torna ancora a colpire

AUTO "RICICLATA", BARICEVIC ANCORA NEI GUAI

Un Bmw X5 rubato con la matricola di un rottame


TREVISO - Ivan Baricevic, il nomade 27enne meglio noto come il “re delle truffe” è stato nuovamente denunciato dalla polizia stradale di Treviso, questa volta per riciclaggio e per aver violato la sorveglianza speciale. Baricevic, secondo quanto hanno accertato gli uomini della polizia giudiziaria della polstrada, ha tentato di far immatricolare presso la motorizzazione di Venezia una Bmw X5 che risultava rubata a Como nel 2011 ma aveva il numero di telaio di un veicolo della stessa marca e modello che risultava essere stato venduto da una concessionaria di Quinto di Treviso ad un venditore sloveno. L'auto in questione risultava essere un rottame, semidistrutto in un incidente a fine 2014, ceduto per essere esportato all'estero dove sarebbe stato reimmatricolato. Ad incastrare il 27enne è stato un controllo presso la sua abitazione: dal numero di matricola del suv i poliziotti sono risaliti alla vera natura del veicolo che sarebbe stato così pronto per essere rivenduto.