Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il "re delle truffe" torna ancora a colpire

AUTO "RICICLATA", BARICEVIC ANCORA NEI GUAI

Un Bmw X5 rubato con la matricola di un rottame


TREVISO - Ivan Baricevic, il nomade 27enne meglio noto come il “re delle truffe” è stato nuovamente denunciato dalla polizia stradale di Treviso, questa volta per riciclaggio e per aver violato la sorveglianza speciale. Baricevic, secondo quanto hanno accertato gli uomini della polizia giudiziaria della polstrada, ha tentato di far immatricolare presso la motorizzazione di Venezia una Bmw X5 che risultava rubata a Como nel 2011 ma aveva il numero di telaio di un veicolo della stessa marca e modello che risultava essere stato venduto da una concessionaria di Quinto di Treviso ad un venditore sloveno. L'auto in questione risultava essere un rottame, semidistrutto in un incidente a fine 2014, ceduto per essere esportato all'estero dove sarebbe stato reimmatricolato. Ad incastrare il 27enne è stato un controllo presso la sua abitazione: dal numero di matricola del suv i poliziotti sono risaliti alla vera natura del veicolo che sarebbe stato così pronto per essere rivenduto.