Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incidente a Fontanelle: morì il 78enne Antonio Rampogna

TRAVOLTO E UCCISO DA DUE AUTO: IN DUE IN AULA

Per entrambi i guidatori è stato chiesto il rinvio a giudizio



FONTANELLE
– (gp) La morte di Antonio Rampogna, imprenditore di 78 anni investito e ucciso da due auto l'11 novembre scorso a Lutrano di Fontanelle, a due passi dalla sua abitazione, finirà in un'aula di tribunale. La Procura ha infatti chiuso le indagini e chiesto il rinvio a giudizio per omicidio colposo a carico i due conducenti che hanno travolto l'uomo lungo la Cadore Mare. Si tratta di un 43enne di Oderzo, il primo a investire il pensionato, e di una 34enne di Fontanelle, che ha lo ha travolto una seconda volta.

Gli accertamenti tecnici effettuati dagli inquirenti hanno stabilito che la Mini Cooper condotta dal 43enne opitergino viaggiava a una velocità di circa 80 chilometri orari in un tratto dove il limite è 50. Rampogna, dopo essere stato centrato dalla prima vettura, era finito nella carreggiata opposta dove stava sopraggiungendo una Fiat Punto condotta dalla 34enne di Fontanelle. Secondo la Procura, la giovane viaggiava tra i 50 e i 60 chilometri orari, quindi al massimo di poco sopra il limite, ma avrebbe avuto tutto il tempo di evitare l'impatto visto che si trovava a diverse decine di metri dal luogo dell'investimento.

Complice il buio, non si sarebbe accorta della presenza dell'anziano sull'asfalto e non avrebbe frenato in tempo per evitarlo. Rampogna era molto conosciuto in città per la sua attività di marmista, portata avanti dai due figli. L'uomo stava attraversando sulle strisce pedonali bianche evidenziate di rosso, come altri attraversamenti lungo la strada principale di Fontanelle.