Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Santa Lucia, una ferita al volto faceva temere per un'aggressione

ANZIANO TROVATO MORTO PER STRADA: GIALLO RISOLTO

Eugenio Baseotto, 86 anni, era morto a causa di un malore


SANTA LUCIA DI PIAVE - Un cadavere di un uomo sul ciglio della strada, con una vistosa ferita alla testa. Il ritrovamento è avvenuto stamani, poco dopo le 5 del mattino, da parte di un residente di via Casselon a Santa Lucia di Piave che ha immediatamente lanciato l'allarme al Suem118. Il corpo senza è vita era quello di Eugenio Baseotto, un 86enne che vive in quella stessa via, a circa 60 metri dal luogo in cui è stato trovato morto. I medici del Suem118 giunti sul posto non hanno potuto far altro che accertare la morte dell'anziano ma sulle cause, per alcune ore, si è creato un vero e proprio giallo. I paramedici non riuscivano ad accertarle con esattezza ed una pattuglia della polizia stradale intervenuta sul posto ha smentito potesse trattarsi di un investimento da parte di un'auto. Nessun “pirata” dunque. In via Casselon così, oltre alle pattuglie del Commissariato di Conegliano, è giunta anche la squadra mobile ed un medico legale. Il mistero sulla morte dell'86enne (si era inizialmente ipotizzata anche un'aggressione) è stato risolto solo poco dopo le 9 del mattino, grazie agli esami medici svolti sul posto. L'anziano era morto a causa di un infarto improvviso che lo aveva fatto cadere contro il muretto di cinta di un'abitazione. Si spiegava così la profonda ferita al sopracciglio destro sul volto dell'uomo.