Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Santa Lucia, una ferita al volto faceva temere per un'aggressione

ANZIANO TROVATO MORTO PER STRADA: GIALLO RISOLTO

Eugenio Baseotto, 86 anni, era morto a causa di un malore


SANTA LUCIA DI PIAVE - Un cadavere di un uomo sul ciglio della strada, con una vistosa ferita alla testa. Il ritrovamento è avvenuto stamani, poco dopo le 5 del mattino, da parte di un residente di via Casselon a Santa Lucia di Piave che ha immediatamente lanciato l'allarme al Suem118. Il corpo senza è vita era quello di Eugenio Baseotto, un 86enne che vive in quella stessa via, a circa 60 metri dal luogo in cui è stato trovato morto. I medici del Suem118 giunti sul posto non hanno potuto far altro che accertare la morte dell'anziano ma sulle cause, per alcune ore, si è creato un vero e proprio giallo. I paramedici non riuscivano ad accertarle con esattezza ed una pattuglia della polizia stradale intervenuta sul posto ha smentito potesse trattarsi di un investimento da parte di un'auto. Nessun “pirata” dunque. In via Casselon così, oltre alle pattuglie del Commissariato di Conegliano, è giunta anche la squadra mobile ed un medico legale. Il mistero sulla morte dell'86enne (si era inizialmente ipotizzata anche un'aggressione) è stato risolto solo poco dopo le 9 del mattino, grazie agli esami medici svolti sul posto. L'anziano era morto a causa di un infarto improvviso che lo aveva fatto cadere contro il muretto di cinta di un'abitazione. Si spiegava così la profonda ferita al sopracciglio destro sul volto dell'uomo.