Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Comuni hanno fatto ricorso contro il piano di Poste

IL TAR RIAPRE DODICI PICCOLI UFFICI POSTALI DELLA MARCA

Chiusure sospese fino all'udienza del 15 ottobre


TREVISO - Il Tar ha ha sospeso la chiusura degli uffici postali nelle piccole frazioni. Come, previsto, da lunedì 7 le agenzie in tredici località della Marca non erano più operative, perchè considerate da Poste Italiane non più strategiche. Da martedì (o da mercoledì per quelle che già osservavano un orario a giorni alterni), però, le filiali riapriaranno: il presidente della Terza sezione ter del Tribunale amministrativo del Lazio, infatti, ravisando requisiti di gravità ed urgenza, ha accolto la richiesta di una sospensiva del provvedimento avanzata da dodici comuni che hanno presentato ricorso contro il piano di Poste Italiane. Lo stop vale fino al 15 ottobre, giorno in cui è stata fissata la prima udienza collegiale per decidere nel merito della questione. Nei mesi scorsi le mobilitazioni dei sindaci dei mesi scorsi, le interrogazioni dei parlamentari veneti, i sit-in davanti agli uffici del sindacato pensionati della Cgil, avevano ottenuto solo il "salvataggio" degli uffici di Fossalunga e di Scomigo (che funzionerà tre giorni alla settimana), per altri tredici vi era stato solo un rinvio della sopressione, me a luglio la società aveva confermato la decisione di chiudere. Le amministrazioni hanno proseguito la battaglia legale, che ora, dopo la dichiarazione del Tar del Veneto della propria non compentenza in materia e lo spostamento al Tar del Lazio, segna un primo punto a loro favore. Dal novero delle riaperture per ordine del magistrato resta invece escluso lo sportello di San Michele: l'amministrazione municipale di Cimadolmo, nel cui territorio ricade la filiale in questione, non ha partecipato al ricorso ritenendo la decisione irreversibile e, pertanto, la spesa inutile.