Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Da mercoledì 9 a domenica 13 settembre a Forte Marghera

ELECTRO CAMP: SPAZIO ALLE ARTI PERFORMATIVE

Danza, musica, video making. Quest'anno attenzione all'espressione femminile


"Electro Camp" è una piattaforma dedicata alla ricerca e alla sperimentazione dei diversi linguaggi delle Arti Performative, con una particolare attenzione all'intreccio tra diversi ambiti della performance, come la relazione tra suono e movimento, la musica elettronica e elettroacustica, il video making.
Il festival giunge quest’anno alla terza edizione, e avrà luogo dal 9 al 13 settembre presso Forte Marghera, Mestre (Ve), negli spazi delle Polveriere austriaca e francese.
Il festival è curato e organizzato dall'Associazione Culturale Live Arts Cultures ed è un momento di apertura e restituzione pubblica, un'occasione di osservazione e confronto di nuovi punti di vista sullo stato delle Arti Performative.
Ogni serata in programma a “Electro Camp” vedrà la partecipazione di artisti che operano a livello internazionale e che presenteranno installazioni, performance e live set.
Nel programma di quest’anno un interesse particolare è stato riservato a performers donne.

Danzatrici, performer e musiciste attive sia in Italia e all’estero: Laura Moro (ha lavorato tra Tel Aviv, Stoccarda, Washington, e Berlino); Margherita Pirotto (tra Italia e USA); Silvia Costa (opera tra l’Italia, Parigi e la Norvegia); Karine Dumont (Francia); Marta Ciappina (ha lavorato tra l’Italia, New York, Parigi e Amsterdam); Caterina Barbieri (tra l’Italia, Stoccolma, il Regno Unito e il Portogallo); Andrea Hackl (Austria) e Jasna Velickovic (Serbia), entrambe residenti ad Amsterdam; Patrizia Oliva (tra Italia, Germania e Vietnam); Anna Clementi (italosvedese, si muove tra Stoccolma, Berlino e Roma); e poi Patrizia Mattioli, Psch-Pshit, Chironomia, Le Cri, B.E.A. saranno presenti al Festival  e - grazie alla loro esperienza - rappresentano una contributo artistico rilevante e rappresentativo della scena artistica contemporanea nel campo delle arti performative.  

Per “Electro Camp” sono stati sviluppati due momenti di presentazione pubblica di lavori di ricerca che gli artisti ospiti sono stati invitati a realizzare specificamente per il festival.
“Partitura per un corpo” svela i percorsi e le modalità che si celano dietro le domande di danzatori e compositori: un video distribuito in anticipo agli artisti - realizzato da Marianna Andrigo (co-curatrice del festival) - funge da ‘linea guida’ e verrà tradotto in tempo reale in movimento e suono in forma di live da tre diversi set di strumenti e da un performer; protagonisti saranno Solar Plex, Chironomia, Emanuele Wiltsch Barberio.
“Racconto solido” è il secondo momento di sperimentazione pura, un'area in cui improvvisazione, limite e contaminazione possono declinarsi in modo sempre diverso. Si tratta di un “appuntamento al buio” proposto al pubblico che rende visibile il misterioso germe del "dietro le quinte" della performance. Protagonisti saranno: Alberto Favretto e Elisa Bortolussi, Fagarazzi&Zuffellato, Marta Ciappina, Silvia Costa, Kalalunatic, Patrizia Mattioli, B.E.A.


L’articolato programma prende avvio mercoledì 9 alle 19.30 con il dj-set dal ‘tocco francese’ di Le Cri. Quindi, tre le installazioni: il filmato dell’installazione video MOB | mobile vulgus_Massa (2014) del COLLETTIVO JENNIFER ROSA, presente per l’intera durata del festival, sfida i limiti dell’intimità; Mariaelena Stocchi, invece, in “Ri-tratto in nero” perlustra il rapporto tra abbigliamento, corpo e movimento, anche suo campo di studio, mentre Alberto Favretto e Elisa Bortolussi insieme hanno realizzato uno spazio pensato affinché un performer possa agirvi all'interno.
Giovedì 10 “La Volta Ossea” della danzatrice Laura Moro con musica e disegno luci di Matteo Cusinato, entrambi del collettivo Art(h)emigra Satellite, partendo da “L’opera al nero” di Marguerite Yourcenar porrà al centro il corpo come laboratorio alchemico di esperienze vissute in prima persona. Seguiranno i drones e le trame ambientali non-narrative di Sonar Plex e gli interventi dei performer Andrea Fagarazzi e I-Chen Zuffellato, che da un decennio esplorano i concetti corporei investigandone la diversità in relazione all'identità e all’alterità; con loro, il suono di Karine Dumont in arte Kalalunatic.
Due i live set finali, affidati alla compositrice elettroacustica Caterina Barbieri e a Von Tesla, con le sue manipolazioni e rielaborazioni di sequenze sintetiche registrate su nastro.
Il primo di due eventi di improvvisazione in cui si cerca una dimensione ‘altra’ per comunicare, tra movimento e suono, avrà luogo venerdì 11: “M+P project. Inner Eye / Outer Ear” di Margherita Pirotto (danza) e Riccardo Marogna (sax tenore, synth, live electronics); seguiranno il set elettronico-sperimentale di Chironomia con theremin, MiniBrute, effetti, looper e altro, e il ‘racconto solido’ e inedito di Marta Ciappina (danza) e Patrizia Mattioli (suono). I live set sono affidati alla band Phlox, che con la propria ricerca radicale sul suono crea ambienti magmatici e sotterranei, e a Ioioi, che si muove tra noise ed elettroacustica, respiri orientali e musica concreta.
Ancora l’improvvisazione aprirà la serata di sabato 12 con Andrea Hackl (danza e visual) e Jasna Velickovic (elettronica) che presenteranno “Rain Blurs”; seguono il set elettronico del musicista Emanuele Wiltsch Barberio, e il ‘racconto solido’ della regista e performer Silvia Costa con B.E.A. al suono. La cantante e improvvisatrice elettroacustica Patrizia Oliva, il duo Psch-Pshit tra sogno e misticismo e il dj-set di Cilloman (da Spazio Aereo), chiudono la giornata di sabato.
Domenica 13, infine, Anna Clementi (voce) e Veniero Rizzardi (elettroacustica) presenteranno “John Cage: Song Books”, lavoro dedicato alle ‘canzoni’ per voce sola che il compositore scrisse nel 1970. Seguirà l’esito del laboratorio "Che cosa apparirà?" Laboratorio per la realizzazione di partiture grafiche e verbali” a cura di Veniero Rizzardi.

***

ELECTRO CAMP FESTIVAL 2015
III Edizione
Dal 9 al 13 settembre presso Forte Marghera, Mestre (VE)
Luoghi: polveriera austriaca e polveriera francese
Giovedì 10, venerdì 11 e sabato 12, inizio ore 21.00
mercoledì 9 e domenica 13, inizio ore 19.30

"Electro Camp" è un festival indipendente a cura di Associazione Live Arts Cultures con il sostegno di Marco Polo System G.E.I.E., Cooperativa Controvento e la collaborazione di Schiume Festival

Info: liveartscultures.weebly.com/ ; info@liveartscultures.org
Ingresso: gratuito; tesseramento Live Arts Cultures: 3 euro