Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Controlli sui tir di prodotti destinati a "made in Italy"

LATTE, ORTAGGI, CARNE STRANIERI BLOCCATI DAGLI AGRICOLTORI AL BRENNERO

Anche cento imprenditori trevigiani al presidio Coldiretti


TREVISO - Il primo tir bloccato, alle 8, trasportava latte austriaco ed era diretto in Lombardia. Poi è toccato ad un carico di patate tedesche da consegnare nel Veronese, proprio nel cuore della coltivazione tipica vanto di fiere e rassegne. E ancora carne lituana e ortaggi con destinazione Latina, Verona e Catania per i magazzini di un importante ipermercato. Sono solo alcuni esempi dei prodotti agroalimentari che dall'estero vengono importati in Italia individuati dalla Coldiretti al valico del Brennero: tra gli imprenditori agricoli che in questi giorni, insieme alle forze dell'ordine, stanno effettuando i controlli sui camion in ingresso nel nostro paese, anche un centianio di agricoltori della Marca. "Abbiamo trovato nei tir anche quintali di carote e cavolfiori in arrivo dalla Germania – racconta Walter Feltrin, presidente provinciale dell'associazione di categoria, presente sul posto insieme al direttore Antonio Maria Ciri –. Prodotti che poi magicamente diventano italiani, andando a drogare il nostro mercato e un danno ai nostri coltivatori”.
Al valico stamane è giunto anche il Ministro delle Politiche Agricole Forestali Maurizio Martina che ha comunicato alla folla di agricoltori provenienti da tutta Italia l’incremento delle risorse per la zootecnia disposto dall’Unione Europea. Coldiretti ha promosso l'iniziativa al Brennero per sensibilizzare sulle ingenti quantità di materie prime o semilavorati provenienti dall'estero che vengono utilizzati nella preparazioni di prodotti tipici o che, dopo lavorazioni anche minime, diventano "made in Italy". Per questo l'organizzazione rilancia la necessità di regole più stringenti sulla tracciabilità dei prodotti, a partire dell'etichettatura di origine obbligatoria, a tutela dei consumatore e della concorrenza corretta tra imprese. “La questione è sempre la stessa – sottolinea il direttore Ciri –. Il cibo che arriva sulle nostre tavole deve riportare in etichetta l’origine in modo che liberamente il consumatore possa fare le proprie scelte. Ancor peggio è quando si registrano vere truffe con prodotti marchiati con il tricolore che non hanno mai visto la terra e il sole del Bel Paese”.