Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Contestati altri cinque furti ai tre romeni imputati

RAPINA AL MARKET: ACCUSE PIÙ GRAVI PER LA BANDA

Ad agosto tentarono un colpo al Cash & Carry di Oderzo



ODERZO
– (gp) Doveva essere il giorno in cui chiudere i conti con la giustizia con una patteggiamento della pena, ma per i tre imputati della rapina al "Cash & carry" di Oderzo, avvenuta il 13 agosto scorso, le accuse si sono invece aggravate. Le indagini successive all'arresto di Stanica Balan, 26 anni, Alexandru Miron, 19 anni e Lili Balan, 29 anni, hanno permesso ai carabinieri di contestare al terzetto altri cinque colpi messi a segno nelle settimane precedenti sempre ai danni di esercizi commerciali dell'opitergino.

Accuse tutte da provare ma che hanno già fatto saltare le ipotesi di patteggiamento della pena a un anno e sei mesi di reclusione per Lili Balan e Alexandru Miron. Stanica Balan, difeso dall'avvocato Mauro Serpico, doveva presentare la propria richiesta in udienza, ma le nuove contestazioni aggravano anche la sua posizione che verrà discussa il prossimo 2 ottobre, giorno in cui i due complici dovrebbero cavarsela con una pena di un anno e nove mesi.

Stando alla ricostruzione dei fatti, i tre avevano preso delle bottiglie di Jack Daniel's dagli scaffali e se le erano infilate nei pantaloni. Il direttore del negozio li aveva notati e quando hanno cercato di oltrepassare la cassa senza pagare li ha fermati, afferrando uno di loro per il braccio. Ne è scaturita una colluttazione, il direttore è stato spintonato a terra e gli sono state lanciate contro due bottiglie.

I tre hanno quindi cercato di fuggire, ma sul posto è prontamente intervenuta una gazzella dei carabinieri di Fontanelle che ne li ha arrestati: uno si trovava vicino al furgone posteggiato nelle vicinanze, un altro era scappato lungo la regionale Postumia in direzione di Ponte di Piave, mentre il terzo è stato bloccato in un sottopassaggio. Proprio nel furgone è stata trovata altra merce, risultata poi, per l'accusa, provento dei furti che vengono ora contestati.