Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il vero proprietario della tessera è un 54enne di Treviso

VIAGGI GRATIS CON LA VIACARD CLONATA, IMPRENDITORE NEI GUAI

Denunciato un veronese di 57 anni, indagine dei carabinieri


TREVISO - Con una viacard clonata, di proprietà di un trevigiano di 54 anni, faceva viaggiare gratis la sua bisarca in autostrada. A finire nei guai il titolare di un'azienda di trasporti, un veronese di 57 anni: l'uomo aveva più volte utilizzato la tessera per pagare il pedaggio ai caselli di Milano, Reggio Emilia e Novara. Al termine delle indagini dei carabinieri di Treviso, partite dalla segnalazione del proprietario della viacard, per l'imprenditore è scattata una denuncia per indebito utilizzo di carta di pagamento. La tessera è stata ritrovata e posta sotto sequestro. Ammonta a 3mila euro la cifra spesa dal titolare dell'azienda di trasporto in pedaggi.