Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cgil, Cisl e Uil contro l'accordo separato firmato dalla Fabi

ALLARME DEI SINDACATI: "CONTRATTI AL RIBASSO A BANCA TREVISO"

Dopo la fusione in Popolare dell'Alto Adige


TREVISO - Sale la tensione tra i lavoratori di Banca Treviso. L'istituto di credito della Marca è stato fuso per incorporazione in Banca Popolare dell'Alto Adige: l'iter, avviato dopo l'aggregazione nel gruppo bolzanino della Popolare di Marostica, a sua volta controllante la banca trevigiana, è stato approvato anche dall'assemblea straordinaria dei soci di Banca Treviso (Popolare dell'Alto Adige, peraltro, detiene il 90% delle quote).
Ora però ci sarebbero Secondo quanto denuciato dai sindacati di categoria First Cisl, Fisac Cgil e Uilca, la Popolare altoatesina vorrebbe rivedere i contratti e relative retribuzioni dei lavoratori della banca trevigiana. Un accordo firmato con la Fabi, altra sigla di rappresentanza dei bancari, accusano i confederali, lascerebbe mano libera alla banca di ridefinire le condizioni con trattative individuali.
“Alle lavoratrici ed ai lavoratori di BPAA diciamo di aprire gli occhi perché non è detto che ciò che oggi si consuma per le colleghe ed i colleghi di Banca di Treviso, domani non possa accadere anche a Bolzano come a Marostica”, sottolineano i rappresentanti dei bancari di Cgil, Cisl e Uil. Secondo questi sindacati, i vertici di Popolare dell'Alto Adige avrebbero già lasciato intendere che nei prossimi mesi si dovrà modificare il contratto integrativo aziendale, in scadenza a fine 2015.
Per le organizzazioni di Cgil, Cisl e Uil rischia di aprirsi una breccia, che oltre sulla parte economica, potrebbe indebolire le tutele dei dipendenti anche su altri aspetti, come ad esempio i trasferimenti.
“La scelta scellerata di Fabi di sottoscrivere un verbale atipico, rompendo l’unità sindacale ed indebolendo la forza dei lavoratori – continua la nota -, lascia mano libera alla banca di trasferire un dipendente, dall’estremo lembo territoriale di una provincia, all’estremo lembo di un’ altra. Era necessario invece regolare la mobilità, impedendo forzature di tipo ricattatorio”.