Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagine della squadra mobile, smerciavano un etto al giorno

A MOGLIANO LA CENTRALE DELLO SPACCIO DI EROINA

Tre tunisini arrestati, denunciata una 30enne italiana


MOGLIANO - Un appartamento di via Ronzinella a Mogliano Veneto era diventata una vera e propria centrale dello spaccio di eroina sia per la Marca, acquirenti arrivavano appositamente ad acquistare droga da Conegliano e Vittorio Veneto, ma anche per molti clienti provenienti dalle province di Padova, Venezia e Pordenone. A gestire lo spaccio della sostanza stupefacente erano tre cittadini tunisini, due dei quali arrestati dalla squadra mobile di Treviso venerdì scorso: un 23enne residente a Padova, Sabri Dakahila, e Wael Rajab, irregolare di 31 anni che si trovava da luglio presso il centro di identificazione ed espulsione di Bari. Un terzo complice, un connazionale 23enne, è attualmente latitante: era già stato rimpatriato in Tunisia. Nell'ambito dell'indagine è stata denunciata anche una 30enne trevigiana che avrebbe fornito supporto logistico all'organizzazione. Gli stranieri, stando all'indagine della squadra mobile, erano in grado di smerciare almeno un etto di droga al giorno, quasi 3 kg al mese, ad un prezzo di circa 15-20 euro al grammo. La polizia era sulle tracce dei nordafricani dall'inizio del 2015 quando le volanti arrestarono due italiani che si rifornivano di eroina proprio dal terzetto di pusher. Decisiva nell'indagine, ha sottolineato la squadra mobile, è stata la collaborazione dei residenti che hanno cercato di agevolare il lavoro degli investigatori.