Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Interrogato Filippo Roncato, il pr 20enne di Loreggia

STUPRO ALLA BAITA AL LAGO: "LO GIURO, NESSUNA VIOLENZA"

E' accusato di aver stuprato una 15enne alla Baita al Lago



TREVISO
– (gp) “Posso giurarlo, non c'è stata alcuna violenza”. Sono le uniche parole pronunciate da Filippo Roncato, il pr di 20 anni di Loreggia raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari perchè accusato di aver stuprato una ragazzina padovana di 15 anni all'interno della discoteca Eurobaita al lago di Castelfranco Veneto. Il giovane, accompagnato dal suo legale, l'avvocato Fabio Pavone, si è presentato di fronte al gip Umberto Donà per l'interrogatorio di garanzia avvalendosi della facoltà di non rispondere. La difesa ha infatti precisato che al momento non era possibile respingere le accuse soltanto dopo una lettura superficiale degli atti, riservandosi di presentare una memoria nei prossimi giorni. Di certo verrà presentata un'istanza al tribunale del Riesame per chiedere quanto meno la modifica della misura cautelare imposta al 20enne per il pericolo di reiterazione del reato: si tratterà di un ricorso che comunque non entrerà nel merito della vicenda. L'avvocato Pavone ha riferito che il suo assistito è sereno e determinato nel dimostrare la propria innocenza, convinto che la verità verrà fuori. Nel frattempo sul profilo Facebook dell'indagato sono apparsi decine e decine di post di solidarietà di amici e conoscenti, anche loro convinti che non possa aver commesso quello di cui è accusato. Non sono mancati anche dei veri e propri insulti nei confronti della presunta vittima, alcuni anche con l'augurio che la giovane venga stuprata davvero. Post che sono stati portati all'attenzione della magistratura che ne valuterà eventuali profili penalmente rilevanti.