Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presentate le tre rassegne di teatro, per scuole e famiglie al teatro Sant'Anna

LA RIFORMA DEL TEATRO TAGLIA I FONDI MA L'OFFERTA DE GLI ALCUNI NON CAMBIA

"Non ci stiamo a diventare solo compagnia di giro"


TREVISO - Il Gruppo Alcuni presenta la nuova stagione di spettacoli al Teatro Sant'Anna, che si avvia da ottobre a maggio. Sono in calendario 46 spettacoli, per 77 repliche, in un proposta suddivisa in tre rassegne dedicate alle scuole, dall’infanzia alle superiori, e alle famiglie. Un'offerta culturale che come gli anni scorsi rimane ricca e diversificata, arricchita dai percorsi formativi e tematici nel Parco degli Alberi Parlanti, dalle proiezioni dei cartoons degli
Alcuni, dalla giocosa formazione con l'Accademia teatrale dei Cuccioli.


Eppure questo è un anno di grande cambiamento per la storica compagnia trevigiana. Con la nuova riforma del teatro è stato disegnato un nuovo sistema che prevede che la compagnia de Gli Alcuni debba diventare una compagnia di giro e rinunciare, per mancanza di finanziamenti, alla gestione del teatro Sant'Anna, del Parco e delle altre tre realtà gestite in Veneto. Per questo
Sergio Manfio, responsabile creativo e regista degli allestimenti, e Francesco Manfio, direttore generale di Gruppo Alcuni hanno annunciato il ricorso al Tar : “A noi hanno chiesto di chiudere i teatri che stavamo gestendo e di continuare a lavorare solo con la Compagnia di giro. Abbiamo chiesto il motivo, ma il telefono del Ministero è occupato o chi risponde non è mai quello che ti può dare la risposta che cerchi. Ritelefoneremo! E nel frattempo i nostri teatri rimangono aperti.”

Ed ecco nel dettaglio le tre rassegne, che prendono il via tra ottobre e novembre:
 
1 - “Una fetta di teatro”: 20 appuntamenti domenicali per bambini e famiglie, sia pomeridiani che serali, anche con serate pensate ad hoc come la Festa di Halloween, sabato 31 ottobre. 
Vengono ripercorse fiabe note e storie senza tempo, con spettacoli che utilizzano le più diverse possibilità espressive: dal teatro d’attore alle ombre cinesi, dal teatro con musica, pupazzi e canto dal vivo all’utilizzo di videoproiezioni.
Si comincia domenica 11 ottobre alle 16,30 con “La mucca che faceva il latte al cacao”, messo in scena da Gli Alcuni con il Capi e l’Assistente (regia di S. Manfio). I temi, affrontati sotto forma di fiaba, sono quelli del cibo e della provenienza dei vari alimenti.

A grande richiesta, domenica 28 febbraio al Teatro Mario Del Monaco viene replicata la straordinaria fiaba musicale “Pierino e il lupo vegetariano”, con l’Orchestra Filarmonia Veneta diretta dal Maestro Diego Basso che affianca gli attori de Gli Alcuni (ricordiamo che nella scorsa stagione lo spettacolo ha registrato oltre 5.000 spettatori in 10 repliche).

 
2 - “Spazio al teatro” è un cartellone di spettacoli, pensati per le scuole dell’infanzia e le scuole primarie, che si compone di 19 spettacoli in 36 repliche.
I collaboratori di Gruppo Alcuni consegnano personalmente il materiale didattico ai docenti di circa 1.700 plessi nel Veneto e in Friuli, riuscendo a mantenere il rapporto di fiducia e di cooperazione che si rinnova di anno in anno.
Anche per questa edizione vengono portati sul palcoscenico temi legati all’ambiente, alla tolleranza e integrazione, alle emozioni e alla crescita, nonché alla creatività.
I giovani spettatori, grazie alla scelta accurata degli spettacoli, potranno assistere ai migliori spettacoli prodotti nel panorama teatrale nazionale per le giovani generazioni.
La rassegna inizia mercoledì 11 novembre con “Idea e la leggenda dell’acqua”, de Gli Alcuni, un coinvolgente spettacolo che affronta il fondamentale tema dell’acqua e della necessità di un suo uso consapevole, senza sprechi (regia di Sergio Manfio).
 
3 - “Protagonisti”: la rassegna si rivolge a un pubblico esigente, curioso e “affamato di stimoli” come quello degli adolescenti, e prevede 8 spettacoli in 21 repliche.
Apre la rassegna “La guerra dei piccoli”, che ripercorre i drammi vissuti dai bambini e ragazzi durante il primo conflitto mondiale. Seguiranno due spettacoli in lingua: “6Rano 3.0”, in francese, della compagnia France Théâtre, e “Tenor DeeJay”, in spagnolo, della compagnia España Teatro. Si ripartirà con il nuovo anno commemorando la Giornata della Memoria, con lo spettacolo: “L’ombra del silenzio – Parole, immagini e suoni per riflessioni sulla Shoah”.
“Pierino e lupo vegetariano” verrà riproposto anche al pubblico scolastico. Grazie a questa messa in scena i ragazzi potranno apprezzare la musica di Prokof’ev in un’originalissima messa in scena.
Non manca un grande classico della letteratura per ragazzi, “L’isola del tesoro”, divertente e avventuroso viaggio che il pubblico compirà insieme agli attori in scena. I titoli degli ultimi due spettacoli in cartellone dimostrano come le grandi opere non tramontano mai: “Divina Commedia al bar” e “Giulietta e Romeo”.
La rassegna inizia mercoledì 18 novembre con “La guerra dei piccoli”, de Gli Alcuni (regia di Davide Stefanato). Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale la popolazione italiana era formata per un terzo da ragazzi sotto i 14 anni. Che strumenti vennero dati allora ai bambini e agli adolescenti per capire cosa stava accadendo? Cent’anni dopo proviamo a riguardare quella che venne definita la “catastrofe originaria del XX secolo”: un'occasione per vedere come anche oggi un ragazzo può fare la differenza, difendendo il proprio diritto di opinione e libertà.