Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Feneal Uil: "Mettere insieme le banche dati per evitare il fenomeno"

LAVORO NERO IN CIG, LA PREOCCUPAZIONE DEI SINDACATI

La Cisl: "Danno a tutta la collettività"


TREVISO - Il caso, individuato dalla Guardia di finanza, di un'azienda edile montebellunese che aveva chiesto la cassa integrazione, continuando poi a far lavorare parte dei propri dipedenti in nero preoccupa i sindacati sull'uso scorretto dell'ammortizzatore. "Ci sono lavoratori che ci hanno segnalato che, mentre erano in cig a zero ore, l'impresa faceva lavorare altri al loro posto - conferma Francesco Orrù, segretario generale della Filca Cisl Belluno Treviso -. E' un cancro che va estirpato sul nascere. Oltre all'illegalità, questi comportamenti rappresentano un danno fortissimo per la collettività e per le aziende che hanno i requisiti per accedere alla cassa, ma rischiano di trovare i fondi esauriti". Gianluca Quatrale, numero uno della Feneal Uil Belluno Treviso, ricorda come già l'anno scorso le Fiamme Gialle avevano scoperto un caso simile: "In seguito a quell'episodio, come parti sociali, avevamo avuto anche un incontro con il prefetto: avevamo messo a disposizione le banche dati delle nostre casse edili, con l'obiettivo di creare una sinergia per evitare questo fenomeno". Il sistema della cassa integrazione in edilizia è piuttosto complicato e variegato. "Quando  firmiamo accordi e facciamo incontri raccomandiamo ai lavoratori di controllare le buste paga e cerchiamo di spiegare come funziona - ribadisce il sindacalista -. Di più non possiamo fare, non abbiamo poteri ispettivi. E' il lavoratore che deve denunciare eventuali anomalie".