Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Incastrati dalle telecamere della Guardia Forestale

DEPOSITI DI HASHISH IN CAMPAGNA: SEI IN CELLA

Blitz antidroga dei carabinieri di Montebelluna, tre latitanti


MONTEBELLUNA - Sei persone arrestate e tre ancora latitanti, dieci kg di hashish e 21mila euro sequestrati: questo in sintesi il bilancio di una vasta operazione antidroga condotta dai carabinieri di Montebelluna al termine di un'indagine condotta per oltre un anno nei confronti di una banda specializzata nello spaccio. A finire in carcere Khalid Krilan, 25enne di Caerano originario del Marocco e a capo dell'organizzazione con il fratello, fuggito in patria, il connazionale Abdelfarah Abiach, 31enne di Castelcucco, El Hamri Hesnabi, 33enne di Istrana, Silvio Merlo, 48enne di Trevignano, Gennaro Giuliano, 50enne di Istrana e Ivo Gadenz, 56enne di Feltre. Erano loro i veri e propri “grossisti dell'hashish” in buona parte della provincia, capaci di smerciare circa 40 kg di droga ogni mese. Fondamentale nell'indagine dei militari è stato il ritrovamente, a fine agosto 2014, di uno dei depositi della banda, in un terreno agricolo di Caerano. I trafficanti sono stati incastrati da alcune telecamere "fototrappola", utilizzate solitamente dalla Guardia Forestale per immortalare animali selvatici anche in orario notturno: l'occhio elettronico ha permesso di identificare il luogo esatto in cui si trovavano gli involucri di sostanza. A fine ottobre dello scorso anno era stato scoperto anche un altro nascondiglio, un casolare isolato a Maser: qui, sotto una tegola, altra droga. In breve l'indagine ha permesso di portare tutti i membri dell'organizzazione nel mirino degli investigatori. Ognuno aveva una precisa zona di competenza per lo smercio dell'hashish: Ivo Gadenz era il “referente” a Feltre, Gennaro Giuliano a Istrana e Silvio Merlo si occupava dell'area di Montebelluna e Trevignano.