Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, a ciascuno è stato assegnato un tutor

A CURARE PARCO PAPADOPOLI DUE PROFUGHI DEL CEIS

Martedì scorso la prima giornata dell'attività di volontariato


VITTORIO VENETO - Sono Moses, 26 anni nigeriano, e Ahamadour, 19 anni senegalese, i richiedenti asilo che martedì sono stati accolti, per svolgere attività di volontariato, dall’associazione Insieme per Ceneda di Vittorio Veneto. Nello specifico, come da convenzione siglata nei mesi scorsi con il comune di Vittorio Veneto e il Ceis che in via Marconi, a Vittorio Veneto, accoglie circa 110 richiedenti asilo, i due profughi saranno impegnati come volontari nelle attività di cura e manutenzione del Parco Papadopoli, il polmone verde di Ceneda di Vittorio Veneto, curato dal 1998 da Insieme per Ceneda.
La collaborazione con l’associazione ha preso avvio martedì 15 settembre, dopo che il giorno prima Insieme per Ceneda aveva firmato l’accordo con il Ceis. Come ogni martedì mattina, i volontari di Insieme per Ceneda si sono dati appuntamento al parco Papadopoli per le attività di manutenzione, coinvolgendo i due richiedenti asilo, Moses e Ahamadour. «Dopo una prima presentazione dei volontari dell’associazione e dopo aver mostrato loro il parco, abbiamo consegnato a Moses e Ahamadour il vestiario necessario per svolgere i lavoretti di cura del parco. A ciascuno è stato poi assegnato un tutor che li ha seguiti nel corso della mattinata, insegnando loro alcune semplici attività, dal riassetto del ghiaino del parco alla raccolta dell’erba appena tagliata – spiega Mario Longo, presidente di Insieme per Ceneda -. E come ogni martedì, a metà mattina, si è tenuto l’immancabile momento conviviale, una pausa ristoratrice e un momento di conoscenza tra noi tutti grazie anche a un nostro giovane volontario, Pierojean, che parlando sia l’inglese sia il francese ha interpretato in modo eccellente la funzione di mediatore culturale, riuscendo così a instaurare un dialogo con i due giovani profughi-volontari e noi tutti». A mezzogiorno di martedì le attività per i due richiedenti asilo al parco Papadopoli si sono concluse (dovevano fare ritorno al Ceis per seguire il corso di italiano): una stretta di mano a tutti gli storici volontari di Insieme per Ceneda e un arrivederci a martedì prossimo.