Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il gruppo veneziano sarà domenica 27 al Festival Hortis di Oderzo

LA POESIA NELL'ELETTRONICA DEGLI UNKNOWN

L'intervista a Alessandra Trevisan e Nicolò De Giosa


A Buongiorno Veneto Uno abbiamo conosciuto gli Unknown, gruppo di musica elettronica sperimentale del veneziano che domenica 27 settembre si esibirà al Festival Hortis di Oderzo, con Mash Machine, Nyu, La Cantinaccia, Edith, nella serata dedicata alla musica live.
Il progetto degli Unknown parte nel 2011 dall'idea di Nicolò De Giosa e Giacomo Zennaro (il primo alla chitarra, il secondo al synth), coinvolge Flavio Segato (basso), Stefano Cattani (batteria) e Alessandra Trevisan, alla voce e alla scrittura dei testi. Testi, in inglese, che si rifanno a un registro poetico, e in alcuni casi sono la traduzione, nella lingua universale, di versi di autori italiani. Come per 14th November, le cui parole riprendono alcuni versi di una poesia di Mariangela Gualtieri (io non sono mai tutta, mai tutta, io appartengo all'essere e non lo so dire) – spiega Alessandra.

In caso di pioggia gli Unknown suoneranno allo Spazio Zero di Oderzo alle 18.00