Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Blitz della polstrada, sequestrata una calibro 6,35

ARMI IN CASA, ANCORA GUAI PER IL "RE DELLE TRUFFE"

Ivan Baricevic, 28 anni, arrestato e portato in cella


TREVISO - Una pistola calibro 6,35, una scacciacani, 65 pallottole calibro 7,65 e altre trenta calibro 6,35. Il piccolo arsenale è stato trovato e sequestrato dalla polizia stradale di Treviso perquisendo l'abitazione di un nomade di 27 anni, Ivan Baricevic. L'uomo, meglio conosciuto come “il re delle truffe” per le decine di raggiri nel settore delle auto messi a segno nella Marca, è stato arrestato per detenzione abusiva di arma da fuoco e ricettazione. Durante la perquisizione è stata trovata anche una piccola quantità di hashish. Per Baricevic, già sottoposto alla sorveglianza speciale, si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona. Denunciato anche un parente del nomade, un 28enne originario di Varese che si era attribuito la proprietà delle armi. Ai nostri microfoni il comandante della polizia stradale di Treviso, Alessandro De Ruosi.

Galleria fotograficaGalleria fotografica