Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda in corsa per le rassegne in Kazakistan e Dubai

OLTRE 12MILA PRESENZE NELLO SPAZIO DI CAME ALL'EXPO

Il gruppo di Dosson riunisce artigiani e produttori veneti


TREVISO - Fare rete con il territorio, valorizzare il Veneto, la sua cultura e gli artigiani locali sono i temi al centro del convegno “Came racconta Expo”, organizzato da Came, gruppo trevigiano leader nel settore dell'automazione per la casa, con il patrocinio di Unindustria Treviso, a Palazzo Giacomelli.
Protagonisti dell’incontro Elisa Menuzzo, vice presidente di Came, Mariacristina Gribaudi, amministratrice unica di Keyline, Daniela Perco, direttrice del Museo Etnografico della provincia di Belluno e del Parco nazionale Dolomiti bellunesi, il professor Medardo Chiapponi dell’Università Iuav di Venezia, Marianna Marcuzzo, fondatrice di Delicanto e i produttori veneti Riccardo Zanchetta, del Caseificio Zanchetta e Massimo Doro, dell’azienda agricola Toni Doro.
Presentata anche l’installazione multimediale e multisensoriale “L’orto dei sensi in Veneto” dell’artista trevigiano Paolo Spigariol, considerata un tributo alla terra e ai suoi frutti. Came ha fatto rete con i piccoli artigiani locali per valorizzare le eccellenze enogastronomiche, le tradizioni e la cultura del territorio veneto all’interno dell’Esposizione Universale. Grazie alla collaborazione con la start-up trevigiana Delicanto, sono stati selezionati oltre 60 produttori locali che hanno avuto l’opportunità di raccontare, con degustazioni ed eventi speciali, le proprie storie sul cibo e sulla cultura contadina. Più di 12.500 persone, con picchi di 700 presenze nel fine settimana, hanno visitato CamEXperience, lo spazio allestito dall’azienda all’Esposizione Universale, per assaggiare le prelibatezze venete e conoscere da vicino la tecnologia domotica Came.
Per valorizzare al meglio la capacità imprenditoriale veneta, Came ha predisposto all’interno di CamEXperience un percorso museale a tappe sulla storia della vita domestica ideato per mostrare come, attraverso la tecnologia e l’innovazione, l’uomo abbia saputo far fronte alle necessità di tutti i giorni e sia stato in grado di migliorare la propria qualità di vita. Il percorso è stato realizzato in collaborazione con il Museo aziendale della Chiave di Keyline, storica impresa veneta produttrice di chiavi e macchine duplicatrici, e con il Museo Etnografico della Provincia di Belluno e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. In questo spazio, i visitatori sono andati alla scoperta delle tecniche di accessibilità, illuminazione e sostenibilità attraverso un percorso che presenta le soluzioni domotiche installate oggi nelle nostre case, mostrando le tecniche utilizzate in passato e facendo toccare con mano le potenzialità di soluzioni che, in futuro, faranno parte della nostra vita quotidiana.
Came è partner tecnologico di Expo, per il quale ha progettato e realizzato i sistemi di controllo degli accessi. E l'azienda trevigiana è pronta a partecipare alle gare per le esposizioni del 2017 in Kazakistan e del 2020 a Dubai.  “Siamo molto orgogliosi di ospitare le eccellenze enogastronomiche venete al CamEXperience - ha dichiarato Elisa Menuzzo – e di valorizzare, attraverso la loro presenza a Expo Milano 2015, la nostra splendida terra e le sue tradizioni, creando un’articolata rete con i piccoli artigiani locali”.