Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Querelato per le sue affermazioni, andrÓ a processo

"VENETI UBRIACONI", OLIVIERO TOSCANI NON SI SCUSA

Il noto fotografo rifiuta una pubblica ammenda


PADOVA - Niente scuse da parte di Oliviero Toscani. Il fotografo, noto per le campagne choc per il gruppo Benetton, intervenendo alla trasmissione La Zanzara su Radio 24, lo scorso febbraio, aveva definito i veneti “un popolo di ubriaconi e di alcolizzati”. “Poveretti, non è colpa loro se nascono in Veneto – aveva spiegato -. Alcolizzati atavici erano i nonni, i padri, le madri. Il loro è un destino”. Dichiarazioni che avevano suscitato molteplici reazioni indignate in regione. Alcuni padovani non si erano limitati alle proteste, ma avevavo denunciato per diffamazione il celebre pubblicitario. In questo caso la procedura prevede un tentativo di conciliazione bonaria tra le parti: nei giorni scorsi gli avvocati degli interessati si erano incontrati per questo motivo. I querelanti patavini chiedevano una lettera di scuse ufficiali, da pubblicare sui media. Il legale di Toscani, per conto del suo cliente, ha rifiutato qualsiasi atto di questo tipo. Dunque ora i contendenti si ritroveranno davanti al giudice di pace.