Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rito abbreviato per la 42enne polacca Dorota Silwia Ribicka

ACCOLTELLÒ IL COMPAGNO: AVRÀ LO SCONTO DI PENA

La lama perforò un polmone a un operaio di Spresiano



SPRESIANO
– (gp) Dorota Sylwia Ribicka usufruirà dello sconto di un terzo della pena in caso di condanna. A differenza di quanto stabilito lo scorso agosto dal gup, che aveva respinto la richiesta di rito abbreviato condizionato a una perizia medico legale sulle ferite della vittima, il Tribunale di Treviso ha invece accolto le richieste della difesa, rappresentata dall'avvocato Stefano Pietrobon.

La prima udienza del processo a carico della 42enne polacca, accusata di tentato omicidio per aver accoltellato il compagno, un 41enne operaio della Volpato Industrie, è stata dunque rinviata al prossimo 6 ottobre quando verrà conferito l'incarico al perito nominato dai giudici.

L'obiettivo sarà quello di stabilire, aldilà della volontà omicidiaria che rimane comunque tutta da provare (la difesa infatti sostiene sia stato un raptus d'ira al culmine di una lite e la coltellata sarebbe stata soltanto un tentativo di difesa), se la ferita all'emitorace sinistro fosse stata così grave da mettere in pericolo di vita la vittima. Dai risultati della perizia, l'imputazione potrebbe anche essere derubricata in quella più lieve di lesioni gravi, con conseguente diminuzione della pena in caso di sentenza di colpevolezza.

I fatti contestati risalgono al 13 marzo scorso. La vittima, secondo l'accusa, sarebbe tornato nella sua casa di via Cesare Battisti a Spresiano e avrebbe iniziato a litigare con la compagna. Non si sa chi abbia iniziato ad alzare la voce, ma è certo che la donna, pare dopo aver ricevuto uno schiaffo, ha preso un coltello da cucina e ha colpito il compagno ferendolo al petto. A chiamare i soccorsi è stato un amico della vittima, che si trovava in casa con la coppia: portato d'urgenza all'ospedale Ca' Foncello, il 41enne era stato ricoverato in prognosi riservata. Nonostante la lama gli avesse provocato il perforamento di un polmone, l'uomo venne dichiarato da subito grave ma fuori pericolo.