Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa un uomo di 84 anni residente a Istrana

PRESTITI A TASSI DEL 1000%: A PROCESSO PER USURA

E' accusato anche di estorsione, minacce e violazione di domicilio



ISTRANA
- (gp) Usura, estorsione, minacce e violazione di domicilio. Sono queste le pesanti accuse mosse dalla procura di Treviso a G.F., 84enne residente a Istrana che sarebbe addirittura arrivato a chiedere tassi d'interesse dal 400% fino a oltre il 1000% rispetto alle somme iniziali elargite. Accogliendo un eccezione presentata dal suo legale, l'avvocato Stefano Pietrobon, il processo a carico dell'uomo è stato rinviato al 13 ottobre per un errore formale degli inquirenti: vista la gravità delle imputazioni, a processare l'84enne dovrà essere infatti il tribunale in composizione collegiale e non un giudice monocratico.

Stando alla ricostruzione della Procura, i fatti contestati risalgono al periodo tra il 2044 e il 2009. I prestiti a tasso d'usura sarebbero stati elargiti dall'uomo tra il 2004 e il 2006: nove in tutto le cessioni di denaro contante ai titolari di un'attività commerciale della zona, che avrebbero ricevuto complessivamente 86 mila euro e ne avrebbero dovuti restituire 140 mila. Per ogni prestito veniva applicato un tasso differente secondo gli inquirenti: dal 28,40% dell'ultima tranche da 25 mila euro fino al 1.087,23% della penultima da 5 mila euro.

In mezzo altri sette passaggi di denaro (9 mila euro il più basso, 15 mila il più elevato) con tassi che variavano dal 324,40% al 579,37%. Per riuscire a recuperare le somme prestate, l'imputato (che respinge tutte le accuse decidendo di dimostrare la propria innocenza a processo senza scegliere riti alternativi) avrebbe commesso gli altri tre reati per cui è chiamato a rispondere. Secondo l'accusa nel giugno 2009 sarebbe entrato nell'abitazione di una donna a cui aveva dato dei soldi (violazione di domicilio), l'avrebbe afferrata per un braccio e strattonata causandole ferite per otto giorni di prognosi mentre le diceva: “Dammi i soldi, tuo marito me li deve”. E poi ancora: “non è finita qui, te la faccio pagare. Non sai a cosa vai incontro. Ricordati che hai due bambine”.