Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, gettava in una scarpata plastica e polistirolo

DISCARICA IN VAL LAPISINA, RESPONSABILE SCOPERTO

E' un fruttivendolo ambulante calabrese, inquinati 200 mq


VITTORIO VENETO - Un ambulante calabrese operante nel vittoriese è stato denunciato e multato dalla polizia locale di Vittorio Veneto per aver creato una vera e propria discarica abusiva in val Lapisina, lungo una scarpata del lago Morto. L'ambulante, hanno documentato le indagini della polizia locale con appostamenti e con l'utilizzo di telecamere, aveva l'abitudine di transitare nella zona boschiva e di liberarsi, gettandoli, di contenitori in plastica e polistirolo, nonché degli ortaggi avariati. Nel tempo la zona inquinata ha raggiunto un'estensione di 200 metri quadrati con un volume stimato dell'immondizia di 7 metri cubi di materiale. Oltre alle sanzioni amministrative previste dal Testo Unico a tutela dell’Ambiente ,fino a 600 euro, il responsabile è stato denunciato per aver realizzato una discarica abusiva, reato per il quale è prevista la pena l'arresto da sei mesi a due anni e con l'ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro. Inoltre all'ambulante sarà notificata un’ordinanza dell’Ufficio Ambiente del Comune che gli imporrà l’asporto dei rifiuti e la pulizia delle aree. La polizia locale, coordinata dal comandante Ezio Camerin, sta continuando l’attività di monitoraggio del territorio, verificando ogni scarico abusivo segnalato utilizzando tutti gli strumenti tecnologici e giuridici che possano portare all’identificazione e alla conseguente sanzione, dei responsabili. Nel corso del 2015 sono stati scoperti e perseguite 14 violazioni per l’abbandono di rifiuti.