Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, gettava in una scarpata plastica e polistirolo

DISCARICA IN VAL LAPISINA, RESPONSABILE SCOPERTO

E' un fruttivendolo ambulante calabrese, inquinati 200 mq


VITTORIO VENETO - Un ambulante calabrese operante nel vittoriese è stato denunciato e multato dalla polizia locale di Vittorio Veneto per aver creato una vera e propria discarica abusiva in val Lapisina, lungo una scarpata del lago Morto. L'ambulante, hanno documentato le indagini della polizia locale con appostamenti e con l'utilizzo di telecamere, aveva l'abitudine di transitare nella zona boschiva e di liberarsi, gettandoli, di contenitori in plastica e polistirolo, nonché degli ortaggi avariati. Nel tempo la zona inquinata ha raggiunto un'estensione di 200 metri quadrati con un volume stimato dell'immondizia di 7 metri cubi di materiale. Oltre alle sanzioni amministrative previste dal Testo Unico a tutela dell’Ambiente ,fino a 600 euro, il responsabile è stato denunciato per aver realizzato una discarica abusiva, reato per il quale è prevista la pena l'arresto da sei mesi a due anni e con l'ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro. Inoltre all'ambulante sarà notificata un’ordinanza dell’Ufficio Ambiente del Comune che gli imporrà l’asporto dei rifiuti e la pulizia delle aree. La polizia locale, coordinata dal comandante Ezio Camerin, sta continuando l’attività di monitoraggio del territorio, verificando ogni scarico abusivo segnalato utilizzando tutti gli strumenti tecnologici e giuridici che possano portare all’identificazione e alla conseguente sanzione, dei responsabili. Nel corso del 2015 sono stati scoperti e perseguite 14 violazioni per l’abbandono di rifiuti.