Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giudicato innocente Paolo Trentin, accusato di omicidio colposo

OPERAIO MORTO A SEI ANNI DALL'INFORTUNIO: COLLEGA ASSOLTO

I proprietari della cava e il datore di lavoro avevano patteggiato


ORMELLE – (gp) Dopo i primi verdetti per la per la morte di Alessio Guerra, il 31enne di Noventa di Piave deceduto il 13 gennaio 2012 in seguito al grave infortunio di cui era rimasto vittima sei anni prima alla cava Boccato a Roncadelle di Ormelle, a causa del quale rimase tetraplegico, si è chiuso con una sentenza di assoluzione il processo all'ultimo dei quattro imputati accusati di omicidio colposo.

Accogliendo la tesi difensiva dell'avvocato Stefano Pietrobon, il giudice Michele Vitale ha assolto per non aver commesso il fatto Paolo Trentin, un operaio che stava lavorando assieme alla vittima al momento dell'incidente. I titolari della cava, Lionello e Danilo Boccato, e il datore di lavoro della vittima, Flavio Vedovato, nel marzo dello scorso anno avevano chiuso i conti con la giustizia patteggiando rispettivamente un anno, sei mesi e venti giorni, un anno, cinque mesi e dieci giorni e un anno e sei mesi. Per tutti l'accusa era relativa a delle violazioni in materia di antinfortunistica sui luoghi di lavoro.

Era il 10 giugno 2006 quando il giovane, mentre stava eseguendo lavori di manutenzione in un impianto della ditta di trasporto ghiaia, rimase schiacciato dal peso di un cassone in metallo che stava alzando con alcuni colleghi. A manovrare il macchinario era Paolo Trentin. Ebbe inizio quel giorno il calvario di Alessio Guerra: rimasto tetraplegico, il giovane venne prima ricoverato a Treviso, poi a Vicenza e successivamente a Udine, fino al ritorno a casa dove la famiglia lo ha sempre accudito amorevolmente.

Guerra aveva trascorso gli ultimi tre mesi di vita in rianimazione a San Donà per un'infiammazione alle vie respiratorie. Sembrava essersi ripreso, ma poi subentrò improvviso il peggioramento del quadro clinico che gli fu fatale. Inizialmente sul registro degli indagati finì iscritto anche il medico di base di Guerra in quanto, secondo gli inquirenti, avrebbe sottovalutato una broncopolmonite del suo paziente che ne causò poi la morte. Il tribunale di Venezia, a conclusione delle indagini, aveva in seguito disposto l'archiviazione della sua posizione.