Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'erede di Susic ha già iniziato a lavorare con la squadra

MISTER OTTONI SI PRESENTA: "PUNTERÒ SUL BEL GIOCO"

"Voglio un Treviso felice di allenarsi e giocare"


TREVISO - Claudio Ottoni, il nuovo allenatore del Calcio Treviso in sostituzione di Massimo Susic, si è presentato oggi allo stadio Tenni, assieme al presidente Paolo Pini ed al direttore sportivo Carlo Casagrande. "Ho accettato di scendere di categoria solo perché me l’ha chiesto questa società, altrimenti non avrei accettato. A Treviso c’ero già stato nel 2001, fui vice per 4 mesi di Sandreani in B, e retrocedemmo: mi piacerebbe riscattare quell’esperienza in una piazza che meriterebbe altri palcoscenici. Ma per risalire la china dovremo remare tutti assieme: non si può sempre sperare nella fortuna, bisogna puntare sul gioco, solo con quello arrivano i risultati. E la mia mentalità è quella di imporlo agli avversari, non di subirlo. Il modulo? Ho fatto il 4-3-3 come il 4-4-2 ma non è fondamentale, lo è il modo con cui scendi in campo. E ci sarà anche da valutare la condizione dei ragazzi e le loro caratteristiche tecniche, poi per domenica deciderò."
Prime sensazioni sulla sua nuova squadra?
"Ho visto serenità e parecchio entusiasmo, che dovranno esserci sempre, non solo ora col cambio di allenatore: voglio una squadra felice di allenarsi e giocare, non deve essere un sacrificio, quello lo fa chi lavora in fabbrica."
Domenica il Treviso giocherà a Mogliano, e non a Preganziol, contro l'Union Pro. Potrebbe rientrare Giovanni Furlanetto, fermo da dopo la prima partita contro il San Giorgio Sedico per carenza di ferro nel sangue.