Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Per l'occasione aperta la Scuola Grande di San Marco

"LA GRAN BATAJA", VENEZIA COMMEMORA LA VITTORIA DI LEPANTO

Domenica 18 ottobre, 3^ edizione dell'evento promosso da Raixe Venete


VENEZIA - Un cruciale avvenimento storico da ricordare e da mantenere vivo, ma anche la possibilità di riscoprire alcuni gioielli dell'arte e dell'architettura veneziane.
Sono gli ingredienti principali de "La gran bataja", commemorazione della Battaglia di Lepanto, promossa dall'associazione Veneto Nostro - Raixe Venete, per domenica 18 ottobre.  Il 7 ottobre del 1571 la flotta della Lega Santa, con il determinante contributo veneziano, sconfisse al largo della località greca la flotta dell'Impero Ottomano, infliggendo una fondamentale battuta d'arresto all'espansionismo turco verso l'Europa cristina.
Pur posticipata di qualche giorno rispetto alla data precisa dell'anniversario per ragioni organizzative, quella curata da Raixe Venete per il terzo anno consecutivo sarà un'intera giornata dedicata alla cultura veneta. Dalle 10, in campo Santi Giovanni e Paolo, nel sestiere di Castello, si terrà la rievocazione storica  con l'alzabandiera del vessillo di San Marco da parte del 1° Reggimento Real, seguita dalla commemorazione nella omonima basilica. Momento suggestivo la deposizione della terra di Famagosta sul monumento funebre di Marcantonio Bragadin, il provveditore veneziano della piazzaforte sull'isola di Cipro, che, arrerosi con i suoi uomini dopo un anno di assedio, venne trucidato dagli ottomani: dopo varie torture, fu scuoiato vivo, la sua pelle riempita di paglia ed esibita come macabro trofeo.
Novità della manifestazione, la possibilità di partecipare a visite guidate della basilica, considerata il "Pantheon" veneziano, ospitando le tombe del maggior numero di Dogi e di altri personalità della Serenissima.
Nel pomeriggio (dalle 16), spazio a tre conferenze, con relatori docenti ed esperti di storia veneta: Francesco Chiaro compirà un'"Introduzione al '500 Veneziano, aneddoti e curiosità", Renzo Fogliata analizzerà "La Battaglia di Lepanto: un caso di diritto internazionale", mentre Massimo Tomasutti parlerà su "Natione Veneta e “Natione Turchesca, rappoorti fra due civiltà i tempo di guerra". 
Anche in questo caso, non mancherà una chicca: i seminari, infatti, si svolgeranno nella sala San Domenico, della Scuola granda di San Marco, nel complesso del vecchio ospedale civile, ambienti di norma non aperti al pubblico.
Il programma dettagliato puo essere consultato su www.raixevenete.com

Per presentarci questa iniziativa, è stato nostro ospite proprio il presidente di Raixe Venete, Alberto Montagner.