Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagine in vista dell'assemblea di Unindustria Treviso

MENO DOCUMENTI E UFFICI, LA PA SOGNATA DALLE IMPRESE

Pił del 60% delle aziende ancora insoddisfatte degli enti


TREVISO - Semplificazione delle procedure e del numero di documenti richiesti, unificazione e integrazione degli uffici Sono le due priorità, secondo gli imprenditori trevigiani, per migliorare il rapporto tra la Pubblica amministrazione e le realtà economico-produttive. Lo dichiarano rispettivamente il 78,4% e il 53,6% delle aziende. E' il risultato di un'indagine curata da Community Media Research in vista dell'assemblea annuale di Unindustria Treviso, in programma il 10 ottobre e incentrata proprio sul tema “Imprese e pubblica amministrazione, alleati per competere”.
Alcuni passi in questa direzione sono già stati compiuti, sottolienano dall'associazione industriali: apprezzati soprattutto autocertificazioni, sportelli unici, gestione on line delle pratiche. Tuttavia, molto rimane da fare, riguardo agli aspetti legati all’organizzazione della "macchina" pubblica. Per più di tre quarti degli imprenditori intervistati va creato un clima diverso e più collaborativo, quasi di consulenza tra i due mondi, per poter operare in sinergia. E sarebbero molto graditi (lo sostiene il 65,7%) inviti a regolarizzare la propria posizione senza avviare subito le sanzioni.
Tre le parole chiave con cui Daniele Marini, coordinatore scientifico di Community Media Research e curatore della ricerca, sintetizza il rapporto: peso, lentezza e opacità. Quasi il 69% degli imprenditori esprime insoddisfazione verso gli enti pubblici e solo per il 38% le cose sono migliorate negli ultimi anni. Il giudizio negativo, peraltro, riguarda soprattutto l'organizzazione in sé, ad esempio, la quantità di documenti richiesti o la semplicità e la chiarezza delle procedure. Promossi, invece, funzionari ed impiegati: il 73% del campione dà la piena sufficienza a cortesia e disponibilità del personale, che è anche adeguatamente competente per il 63% degli industriali. Rispetto alla contrapposizione frontale del recente passato, spiega ancora Marini, anche nell'atteggiamento delle imprese qualcosa sta cambiando.

Galleria fotograficaGalleria fotografica