Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Follina, il ritrovamento alle 19,30 nel bosco vicino a casa

CERCATORE DI FUNGHI STRONCATO DA UN INFARTO

Giovanni Chies, 67enne di Farr˛ era scomparso da stamattina


FOLLINA - Un 67enne di Farrò di Follina, Giovanni Chies, è stato trovato morto in serata in un bosco a pochi passi da casa. L'uomo, pensionato, si era allontanato da casa per andare alla ricerca di funghi ma un improvviso malore lo ha ucciso. A mezzogiorno di ieri, il 67enne aveva appuntamento con alcuni parenti cui doveva appunto consegnare dei funghi: sono stati loro, non vedendolo arrivare, a dare l'allarme alle forze dell'ordine nel pomeriggio.  Alle 18 circa la richiesta di intervento al Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane, sul posto con una decina di soccorritori e il Centro mobile di coordinamento assieme a vigili del fuoco e carabinieri. La perlustrazione delle squadre si è concentrata nei luoghi abitualmente frequentati dall'uomo, un centinaio di metri sopra l'abitato, finché in un pendio tra gli alberi non ne è stato purtroppo individuato il corpo, poco prima delle 20. La salma è stata ricomposta e imbarellata, per essere sollevata con un paranco per una decina di metri sul limitare del bosco, da dove è stata trasportata a spalla per 200 metri alla jeep, e da lì al carro funebre sulla strada. Era presente anche personale del Suem con l'automedica.