Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Follina, il ritrovamento alle 19,30 nel bosco vicino a casa

CERCATORE DI FUNGHI STRONCATO DA UN INFARTO

Giovanni Chies, 67enne di Farrò era scomparso da stamattina


FOLLINA - Un 67enne di Farrò di Follina, Giovanni Chies, è stato trovato morto in serata in un bosco a pochi passi da casa. L'uomo, pensionato, si era allontanato da casa per andare alla ricerca di funghi ma un improvviso malore lo ha ucciso. A mezzogiorno di ieri, il 67enne aveva appuntamento con alcuni parenti cui doveva appunto consegnare dei funghi: sono stati loro, non vedendolo arrivare, a dare l'allarme alle forze dell'ordine nel pomeriggio.  Alle 18 circa la richiesta di intervento al Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane, sul posto con una decina di soccorritori e il Centro mobile di coordinamento assieme a vigili del fuoco e carabinieri. La perlustrazione delle squadre si è concentrata nei luoghi abitualmente frequentati dall'uomo, un centinaio di metri sopra l'abitato, finché in un pendio tra gli alberi non ne è stato purtroppo individuato il corpo, poco prima delle 20. La salma è stata ricomposta e imbarellata, per essere sollevata con un paranco per una decina di metri sul limitare del bosco, da dove è stata trasportata a spalla per 200 metri alla jeep, e da lì al carro funebre sulla strada. Era presente anche personale del Suem con l'automedica.