Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Progetto sostenuto da Comune, Prefettura, Questura

SICUREZZA, ANCHE A TREVISO IL CONTROLLO DEL VICINATO

Uno sguardo discreto ma presente di residenti e negozianti


Né ronde né pattugliamenti, ma tanti occhi aperti. Presente in 60 Comuni italiani, approda anche a Treviso il Controllo del vicinato, un sistema auto-organizzato di sorveglianza del territorio che mette in rete residenti e negozianti della zona (aderiscono Ascom-Confcommercio e Rivivere Treviso), in sinergia con l'amministrazione comunale, la prefettura e la questura. L'idea è semplice: creare un gruppo formato da vicini di casa e commercianti di una stessa via o piazza, attenti a cosa accade all'esterno. Persone sospette, allarmi che suonano, giovani che si ritrovano a bere, scritte sui muri... I comportamenti anomali osservati, che potrebbero far sospettare furti o fenomeni che potrebbero degenerare, vengono comunicati agli altri membri del gruppo. Al suo interno vi sarà un coordinatore con il compito di tenere i contatti con le Forze dell'Ordine, che potranno beneficiare di un dialogo continuo e segnalazioni di qualità per attuare gli interventi.
A Treviso si parte da subito dal centro storico, suddiviso in tre aree, ciascuna delle quali ha coinvolto 5-6 commerci. A inizio novembre si passerà anche alle periferie nord e sud: Santa Bona e Canizzano. L'attività dei gruppi di controllo del vicinato sarà segnalata da appositi cartelli che hanno lo scopo deterrente di comunicare a chiunque passi nella zona che la sua presenza non passerà inosservata.
Nato dal maggiore bisogno di sicurezza, il controllo del vicinato assume anche un valore sociale e solidale, nei confronti, per esempio, degli anziani e delle persone sole.