Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Progetto sostenuto da Comune, Prefettura, Questura

SICUREZZA, ANCHE A TREVISO IL CONTROLLO DEL VICINATO

Uno sguardo discreto ma presente di residenti e negozianti


Né ronde né pattugliamenti, ma tanti occhi aperti. Presente in 60 Comuni italiani, approda anche a Treviso il Controllo del vicinato, un sistema auto-organizzato di sorveglianza del territorio che mette in rete residenti e negozianti della zona (aderiscono Ascom-Confcommercio e Rivivere Treviso), in sinergia con l'amministrazione comunale, la prefettura e la questura. L'idea è semplice: creare un gruppo formato da vicini di casa e commercianti di una stessa via o piazza, attenti a cosa accade all'esterno. Persone sospette, allarmi che suonano, giovani che si ritrovano a bere, scritte sui muri... I comportamenti anomali osservati, che potrebbero far sospettare furti o fenomeni che potrebbero degenerare, vengono comunicati agli altri membri del gruppo. Al suo interno vi sarà un coordinatore con il compito di tenere i contatti con le Forze dell'Ordine, che potranno beneficiare di un dialogo continuo e segnalazioni di qualità per attuare gli interventi.
A Treviso si parte da subito dal centro storico, suddiviso in tre aree, ciascuna delle quali ha coinvolto 5-6 commerci. A inizio novembre si passerà anche alle periferie nord e sud: Santa Bona e Canizzano. L'attività dei gruppi di controllo del vicinato sarà segnalata da appositi cartelli che hanno lo scopo deterrente di comunicare a chiunque passi nella zona che la sua presenza non passerà inosservata.
Nato dal maggiore bisogno di sicurezza, il controllo del vicinato assume anche un valore sociale e solidale, nei confronti, per esempio, degli anziani e delle persone sole.