Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Richiesta di rinviare la trasformazione in spa dopo l'udienza del Tar

"PIANO A SPESE DEI PICCOLI RISPARMIATORI"

Dure critiche dell'Associazione azionisti di Giovanni Schiavon


TREVISO - Il nuovo piano strategico non cambia la bocciatura delle strategie del gruppo montebellunese da parte dell'Associazione azionisti di Veneto Banca: "E' un piano lacrime e sangue - conferma il presidente Giovanni Schiavon -. Naturalmente sempre per gli stessi: i piccoli risparmiatori. Soprattutto le affermazioni fatte dal presidente Favotto nell'assemblea di aprile su un rapido ritorno alla redditività, oggi sono smentite da questo piano.
Il tema è stato discusso anche nel direttivo dell'associazione: "Ci lascia molto perplessi la coincidenza delle dimissioni dal cda di Matteo Zoppas e la cooptazione di Cristiano Carrus, con la sua nomina ad amministratore delegato - continua Schiavon -. Nulla da dire sulle capacità di Carrus, ma qui si prende un tecnico per fare il lavoro di cui il cda non vuole assumersi la responsabilità verso i soci: mettere in sicurezza la banca, a spese dei piccoli azionisti". L'organizzazione continua la battaglia contro la legge per la trasformazione delle Popolari in società per azioni: "Il Tar del Lazio non ha respinto il nostro ricorso. La richiesta di sospensiva è stata ritirata per ottenere un'udienza di discussione a breve, fissata per il 10 febbraio. Siamo convinti che il Tar solleverà varie questioni di incostituzionalità sulla riforma. Chiediamo che l'assemblea venga fatta slittare dopo quella data: cosa succederebbe se l'assemblea si svolgesse e poi il Tribunale amministrativo accogliesse il ricorso?".