Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/187: IN FRIULI IL CAMPIONATO ITALIANO AIGG

Assegnati i tricolori 2017 dei giornalisti


TREVISO - Chiuso con l’ultima gara di Villa d’Este il Challenge Aigg Diavolina 2017 che mi aveva visto con un bel piatto d’argento, è ora la volta del Campionato individuale, che si gioca a Fagagna, al Circolo Golf Udine. Nelle giornate precedenti il Club aveva ospitato il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In totale quattro le attivitą sequestrate tra Venezia e la Marca

CONEGLIANO: MASSAGGI HOT AL CENTRO ESTETICO CINESE

Blitz dalla polizia in via Borgoporta, tre maitresse in manette


CONEGLIANO - C'è anche un centro-massaggi con sede a Conegliano, tra le quattro attività poste sotto sequestro in mattinata dalla squadra mobile di Venezia nell'ambito di un'indagine che ha portato all'arresto di tre maitresse cinesi per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, tra cui un'asiatica di 35 anni residente nella città del Cima. Le massaggiatrici, pagando un extra, si spingevano ben oltre il dovuto con i clienti, praticamente tutti uomini: questo quanto hanno accertato le indagini. La vetrina prometteva trattamenti di benessere e relax ma la vera attività era in realtà quella di offrire ai frequentatori prestazioni sessuali. I centri massaggi sequestrati si trovavano a Mestre, in via Trento e in via Volturno, a Spinea in via dei Mille e appunto a Conegliano, in via Borgoporta. Le maitresse incassavano, è stato accertato, il 70% dell'incasso lasciando solo le briciole alle cinesi. A tradire l'organizzazione è stato un cittadino cinese che si è presentato alcune settimane fa presso l'ufficio immigrazione della Questura di Venezia chiedendo di rinnovare il permesso di soggiorno, in quanto titolare di un centro massaggi: la polizia ha deciso così di vederci chiaro scoprendo la vera natura del centro benessere e il collegamento con gli altri presenti tra il veneziano e la Marca.