Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra per lesioni, ingiurie e percosse un capo officina 50enne

OFFESE E CALCI AL COLLEGA DI COLORE: CONDANNATO

L'operaio ha ottenuto una provvisionale da 15 mila euro



TREVISO - Un anno e due mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena, 15 mila euro di provvisionale da versare alla vittima e la quantificazione dei danni da stabilire in sede civile. E' la sentenza pronunciata dal Tribunale di Treviso nei confronti di A. B., 50enne capo officina di una ditta di Silea che si occupa di edilizia e armamento ferroviario. A trascinare in aula l'uomo era stato un collega di lavoro, un 30enne originario del Ghana il quale, costituitosi parte civile con l'avvocato Alessandro Rinaldi, sarebbe rimasto vittima di insulti razzisti oltre ad aver ricevuto un calcio ai testicoli. Secondo la ricostruzione della Procura di Treviso, che aveva ipotizzato una pena finale di otto mesi di carcere, l'operaio africano si sarebbe sentito più volte apostrofare con parole come “scimmia”, “ignorante” e “animale”. Insulti che sarebbero sfociati con il passare dei mesi in una lite al termine della quale il capo officina avrebbe sferrato un calcio ai testicoli al 30enne provocandogli una grave lesione alla vescica. Nel corso del procedimento penale, in aula erano sfilati diversi testimoni e uno in particolare, un collega di lavoro del 30enne che era stato anche il primo a soccorrerlo dopo l'episodio incriminato, aveva confermato quanto sostenuto dagli inquirenti. “Gli urlava scimmia e negro, e qualche volta l'ho pure visto prenderlo a sberle” aveva riferito sotto giuramento il collega della vittima. Sul banco dei testimoni si era seduto in seguito anche il titolare dell'azienda. “Ho denunciato l'episodio all'Inail come infortunio sul lavoro. Non so cosa sia successo ma il capo officina mi ha detto che ha colpito il collega in maniera involontaria mentre si trovavano assieme su una macchina”. Versione confermata dallo stesso imputato, che ha sempre respinto le accuse dicendo che si è trattato soltanto di un episodio fortuito. Riguardo ai presunti insulti razzisti, l'imputato aveva sempre sottolineato che si sarebbe trattato di una sorta di presa in giro da inserire nel clima goliardico che si viveva in azienda. Se si fosse trattato di uno scherzo e di un incidente lo doveva decidere il giudice, che ha spostato in pieno l'ipotesi accusatoria.